Raimondo Todaro a Vieni da me, per lui il Leone non è Al Bano e spiega i motivi (Foto)


Non ne può più Raimondo Todaro ma a Vieni da ma lo dice con grande soddisfazione mentre parla del suo ruolo di coreografo per Il cantante mascherato: “Sono settimane che parlo e non mi risponde nessuno, so solo che mi sembra tutto un po’ folle” (foto). Con la sua felpa ormai famosa con la scritta “Non parlarmi” il ballerino ha un po’ di cose da raccontare e lo fa subito, appena si siede al tavolo con Caterina Balivo e Monica Setta. Inizia da Orietta Berti ma arriva subito al Leone, alla maschera che la maggior parte delle persone credono sia Al Bano. Mariotto sembrava non avere dubbi, al punto che in diretta durante la prima puntata dello show ha provato a telefonare al cantante che non gli ha risposto. Todaro però ha molti dubbi e li fa venire anche al pubblico, per lui è difficile che il Leone sia Al Bano perché è troppo alto, è alto quanto Milly Carlucci. Magari ha il rialzo nelle scarpe ma le movenze sembrano davvero le sue.


SALTA FUORI UN ALTRO NOME DIETRO LA MASCHERA DEL LEONE

A Vieni da me salta fuori un altro nome, magari non è Al Bano ma un bravissimo imitatore: Max Giusti. L’ipotesi spiazza un po’ tutti e in più ci sarebbe un altro indizio: Al Bano forse è a Londra in questi giorni quindi non può partecipare al programma. Si intuisce subito l’intento di volere depistare il pubblico, agli autori de Il Cantante Mascherato non fa piacere che dopo Orietta Berti tanti abbiamo già capito che c’è anche Al Bano nel cast. Indizi o depistaggi? A questo punto il programma di Milly Carlucci è davvero un detective show.

Raimondo Todaro non sa niente di più degli altri, non ha mai visto chi si nasconde dietro le maschere, tutti arrivano già mascherati e nessuno parla. Non ha dubbi che il programma sia folle e che si tratti di un gran spettacolo.


Leggi altri articoli di Programmi TV

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close