Gino Sorbillo a Domenica In: il messaggio per le pizzerie in Campania, anche De Magistris in collegamento

Da Domenica In in collegamento con la sua amata Napoli oggi Mara Venier ha dato spazio a Gino Sorbillo che ha portato forte il suo messaggio per le pizzerie in Campania in grave difficoltà. In collegamento anche il sindaco di Napoli Luigi De Magistris e ancora una volta Andrea Sannino. Fiero della propria città ma di tutta la regione, Sorbillo chiede che vengano permesse le consegne delle pizze. Il governatore Vincenzo De Luca quando la fase 1 ha avuto inizio le ha vietate, Gino era del tutto d’accordo con questa scelta ma adesso che i dati mostrano il risultato dei comportamenti dei napoletani crede sia giusto dare respiro a chi ha affitti e altre spese, a chi teme che il divieto possa danneggiare le attività in modo irreparabile. Napoli, la Campania, il Sud, hanno capito in tempo che la situazione era grave. De Luca ha spesso agito prima del Governo, ha tutelato in ogni modo la sua regione e continua a farlo, è il sindaco a sottolineare con orgoglio il comportamento di tutti, cittadini compresi.

LUIGI DE MAGISTRIS SI COMPLIMENTA CON I NAPOLETANI

Nessuno meglio di De Magistris può parlare di Napoli ed è fiero di come i napoletani hanno reagito rispettando le regole, ascoltando anche critiche e attacchi assurdi mentre restano chiusi in casa, si adoperano in ogni modo per aiutare chi è in difficoltà.

Andrea Sannino è per l’ennesima volta in collegamento con sua moglie e sua figlia dal divano di casa, la sua “Abbracciame” l’hanno cantata in tutta Italia. Non mancano di certo i casi assurdi, anche in Campania, come in tutta Italia, ma i soliti luoghi comuni è tempo di metterli da parte. 

La richiesta di Gino Sorbillo è a nome di tutti i suoi colleghi. Ovvio che abbiano già pensato a una consegna che annulli i rischi di contagio, proposte efficienti che attendono una risposta. 

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.