Teresa De Sio Io e Te: mollata al telefono dice la verità sul periodo chiusa in casa

Ospite speciale oggi a Io e Te Teresa De Sio, l’immensa cantautrice napoletana che si concede poco alle interviste ma che come sempre ha tanto da dire e dare. Il suo racconto dei mesi chiusi in casa, della quarantena, è diverso da quello di tanti altri colleghi. C’è chi racconta che ha avuto tempo e modo per creare tanto ma Teresa De Sio non è d’accordo, molti mentono. La sua clausura forzata, così la chiama, non le ha dato niente, anzi le ha tolto molto. E’ stata anche mollata al telefono; il compagno l’ha lasciata in piena emergenza sanitaria. Ha sofferto la solitudine e come molti non aveva un giardino né un terrazzo. Due mesi e mezzo di solitudine affettiva ma non solo, Teresa De Sio non finge.

TERESA DE SIO – COVID-19 SEMBRA UN SUPERMERCATO

“Non credete a quelli che dicono che durante la pandemia e la clausura forzati sono stati bene e sono stati creativi. E’ stato bene chi aveva moglie e figli, un giardino e magari ha continuato anche a lavorare”. Ha ben chiaro chi invece ha sofferto, non parla di chi ha visto il covid da vicino ma di chi come lei è rimasto a casa senza nessuno. “Io non voglio fingere ma molti fingono su questa cosa che hanno creato… ma non è vero”. Questo periodo non le ha insegnato nulla, le ha mostrato la sofferenza della solitudine affettiva, della mancanza di un abbraccio. In più lasciata da un uomo al telefono… una persona di cui non desidera nemmeno parlare, non lo merita.

La De Sio ha un suo pensiero particolare sul nome dato al virus che spaventa tutti o quasi tutti. Trova che Covid-19 ricordi il nome di un supermercato e non le malattie di una volta come la peste, l’ebola, il colera. Fa sorridere il suo modo di vedere le cose ma non è per niente banale, quelle malattie del passato incutevano terrore già solo con il nome, è questo il suo pensiero.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.