E’ sempre mezzogiorno, si parla di cellulite con l’estetista cinica e Antonella Clerici

Cristina Fogazzi, l’estetista cinica, torna in collegamento con Antonella Clerici per E’ sempre mezzogiorno. E’ lei a fare le domande ad Antonella Clerici e oggi si parla di cellulite che è il problemino di tutte le donne. La Clerici confida che lei ce l’ha e che sono rare le donne che non ce l’hanno, forse le magre e la Fogazzi racconta che non tutte ce l’hanno ma che a volte si scambia altro per cellulite. “Tante donne credono di averla, schiacciano la pelle e vedono i buchini e pensano di averla. Ma se schiacciate una coscia i buchini escono a tutti, pensate ai bimbi piccoli, sembra che abbiano la cellulite ma è la disposizione del nostro grasso sottocutaneo che è come il danubio salato, il pan brioche”. “Si vede un po’ la cellulite e quando i tessuti non sono più quelli tonici si vede un po’ di più” ammette la Clerici. La Fogazzi ci consiglia di non specchiarsi mai nei camerini perché sotto la peggiore luce possibile anche una statua la vedrebbe. Questo è un consiglio da seguire perché i camerini dei negozi sono davvero il nostro incubo. 

CRISTINA FOGAZZI A E’ SEMPRE MEZZOGIORNO

Anche per gli uomini la cellulite è così brutta come per noi donne? Sembra proprio di no, magari non sanno nemmeno di cosa si tratta. “E’ meglio averla sulle cosce che nel cervello la cellulite” sottolinea Antonella Clerici volendo dire che a volte ci facciamo dei problemi davvero assurdi e inesistenti. 

Lo sport aiuta la scomparsa della cellulite? Per la Clerci la risposta è sì ma la Fogazzi chiarisce che la corsa non è indicata per la cellulite, tutte le attività che prevedono un impatto della pianta del piede non sono indicate, bene la camminata, benissimo l’attività in acqua, benissimo l’idrobike, la cyclette meglio rispetto alla corsa.

Bere tanta acqua serve per la cellulite? Bisogna bere ma senza esagerare e l’estetista cinica consiglia di seguire lo stimolo della sete se siamo sani e adulti. A volte si beve poco perché si è mangiato magari frutta. Non c’è una regola generale della quantità di acqua che si deve bere. “La ritenzione idrica è un disturbo del microcircolo che non ha niente a che fare con l’acqua che beviamo e la pipì, serve di più invece fare un massaggio”. 

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.