Sandra Milo ha ferite incancellabili: “Sono stata presa a calci nella testa”

Sandra Milo verissimo

A 15 anni Sandra Milo aveva sposato un marchese, un matrimonio finito poche settimane dopo, è così che Silvia Toffanin a Verissimo introduce argomenti dolorosi per l’attrice. “Io porto ancora delle ferite incancellabili sul mio corpo, per esempio sono stata a presa a calci con tale violenza nella testa che mi si era staccata la mascella il naso e le orecchie…”. Sandra Milo non dice di chi parla ma lo fa capire e confida che quella volta è stata picchiata con tale violenza che non ha potuto recuperare. E’ stata operata più volte, un orecchio l’ha recuperato ma l’altro non molto. Si ferma non racconta altro, Sandra Milo non porta rancore: “Non riesco ad odiare. Pensa a tutto l’amore che c’è stato prima perché è difficile pensare alla violenza di un uomo che hai tanto amato. Parla di un uomo con cui ha avuto i figli. Sono molto religiosa e sono convinta che in qualche modo Dio mi protegga”.

Il miracolo di Azzurra, la figlia di Sandra Milo

Nello studio di Verissimo entra Azzurra che è la figlia del miracolo ed è lei a confidare che le crea imbarazzo raccontarlo. Il giorno in cui Azzurra è nata, di sette mesi, era viva ma subito dopo “è morta” aggiunge Sandra Milo. I medici avevano fatto di tutto per farla riprendere ma ormai era morta. Sandra gridava, non lo accettava ma Suor Costantina entrò nella sala parto e chiese di fare un tentativo, lei l’ha presa e l’ha stretta al petto, poi è andata a pregare e la piccola dopo un po’ ha iniziato a respirare di nuovo. Quando ha compiuto tre mesi l’ha potuta riportare a casa, ed era così piccola che le metteva gli abiti delle bambole.

Azzurra è tanto grata a sua madre per tutte quello che è da sempre capace di fare per lei e per i suoi fratelli. E’ la pazienza la dote più grande di sua madre; Sandra Milo sorride, per i figli farebbe di tutto.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.