Christian Stefanelli e Calma raccontano del bullismo, di quanto li ha segnati

calma christian

Ballerino e cantante di Amici: Christian Stefanelli e Calma ospiti a Verissimo si raccontano, si emozionano, parlano del futuro ma anche del passato, del bullismo che anche loro hanno subito. Calma era solo un bambino, aveva 11 anni, l’età del figlio di Silvia Toffanin. Ricorda un compagno di classe con cui spesso studiava ma che forse non gli perdonava di essere il più bravo di tutti a scuola. Gli sputò nelle scarpe, un gesto che ricorda con chiarezza perché l’ha segnato. Calma era piccolo, non capiva il perché di quell’azione né da dove arrivasse ma quel bambino l’aveva fatto in modo così gratuito che confessa l’ha segnato. Per Christian il ricordo del bullismo subito è ancora un dolore, lo racconta e si vede che fa ancora male.

Christian Stefanelli a Verissimo racconta del bullismo subito

E’ una storia sentita purtroppo tante volte, quella che un bambino che fa danza classica viene preso in giro perché ritenuto gay. “Da piccolo veniva usato come insulto” purtroppo ancora oggi c’è chi è così stupido da usare questo come un insulto. “Avevo smesso di fare danza classica, avevo abbandonato totalmente ma le battute e le frasi pesanti arrivavano ugualmente, è stato brutto”. Nei suoi occhi c’è ancora quel periodo, ci sono ancora le parole e le cattiverie che l’hanno ferito. Per fortuna la danza è stata più forte.

Christian è uscito dal serale di Amici senza rimpianti perché nell’ultima puntata ha dato tutto se stesso, ha mostrato il suo talento. Dall’uscita di Mattia si era buttato giù, guarda le immagini del loro abbraccio, del momento in cui ha saputo che Mattia doveva lasciare Amici e ancora si commuove. “Lui per me lì era la mia famiglia, mi sono appoggiato tanto a lui che per me è un fratello. Voglio tanto bene a Mattia”.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.