Wilma Goich dal telefono alle urla spiega cosa è successo in quarantena

Wilma Goich racconta chi urlava e chi si lamentava più di tutti in quarantena al GF Vip
wilma goich gf

Wilma Goich e Patrizia Rossetti come gli altri vipponi tornati nella casa del GF Vip dopo la quarantena hanno voglia di raccontare cosa è successo. Avevano il telefono, ognuno di loro chiuso nella propria camera aveva a disposizione un telefono, ma questo si era già capito, anche dalla frase che la Rossetti disse in diretta: “Si è scaricata la batteria”. Così in isolamento hanno potuto non solo partecipare alla puntata ma seguire la diretta. E’ Wilma Goich che più di tutti racconta agli altri rimasti nella casa e negativi cosa è accaduto in questi giorni. Non potevano incontrarsi, controllati da una guardia urlavano per farsi sentire ma c’è uno di loro che si lamentava più di tutti.

I vipponi con il telefono al GF Vip

“Avevamo le cuffie – e le abbiamo anche viste – la puntata di lunedì anche la doppia ricarica. Dal telefonino vedevamo tutto, anche lo studio. Vedevamo proprio tutta la puntata, non come voi – è Biccy che riporta il racconto della Rossetti – Con Wilma abbiamo parlato a distanza in albergo e lei mi diceva che con Daniele è amicizia… Dallo studio facevano passare una storia d’amore e noi dicevamo che era un’amicizia. Adesso cambia opinione. Lei non mi ha parlato così quando eravamo in quarantena”.

Poi è Wilma Goich a raccontare di cosa è stata per loro la quarantena e di Patrizia Rossetti che brontolava di continuo: “Non avete idea, tutto il periodo che siamo stati chiusi lei brontolava, dalla finestra, dalla scala, che urlava. Ci sentivamo così. I primi giorni non c’era nessuno, solo il guardiano che ci avvisava: ‘Non potete uscire e incontrarvi’. Quindi lei urlava dalla scala che era lontana dalla mia camera, ma io sentivo l’eco. Poi sentivo anche Charlie che rispondeva urlando, Attilio che si lamentava”. Sono stati giorni lunghissimi per tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.