Alessandro Tersigni svela i segreti del set Il paradiso delle Signore

tersigni gente

Alessandro Tersigni è tra i protagonisti più amati della soap Il paradiso delle Signore. In tantissimi, più o meno 2 milioni di persone, seguono ogni pomeriggio dal lunedì al venerdì alle 15:55 gli episodi su Rai 1 . Dopo Serena Bortone arrivano la soap e Tersigni e tra le pagine di Gente l’attore svela cosa accade sul set. Tutto gira intorno al primo grande magazzino per signore, siamo a Milano a cavallo degli anni Cinquanta e Sessanata. Le prime due stagioni andarono in onda la sera, 20 episodi ma bisognava attendere una settimana per vedere il seguito. Dal 2018 la fiction è diventata una soap, 40 minuti ogni puntata e un lavoro incredibile da parte di Alessandro Tersigni e di tutto il cast che lavora dall’alba al tramonto per realizzare una puntata al giorno e avere episodi pronti con almeno un mese di anticipo.


Alessandro Tersigni, cosa accade sul set se piove o ha l’influenza?

Tutti lavorano nove ore al giorno e al settimanale Tersigni svela: “Lavoriamo in 1.500 metri quadrati che comprendono negozi, boschi e ruscelli – poi prosegue – E se piove o mi viene l’influenza si improvvisa” questo fa capire quali professionisti ci sono sul set.

Lui è il bel Vittorio Conti e per chi segue Il paradiso delle Signore non c’è bisogno di presentazioni, è nel cast dall’inizio. Sul futuro ha confidato: “Finisco di girare questa stagione e poi si vedrà”.

La pandemia ha ribaltato anche la location che è quasi esclusivamente una sola. Gente racconta dei 1.500 metri quadrati, lì è stata anche ricreata la piazzetta milanese dove sorge il grande magazzino. Venti attori protagonisti, dietro le quinte lavorano circa 200 persone tra registi, tecnici, sceneggiatori, stylist e arredatori. Costumi dell’epoca, oggetti, mobilio comprati ai mercatini o riscostruiti dal nulla. C’è davvero un gran lavoro di squadra. In quello spazio ci sono anche i luoghi per le riprese esterne nel bosco. Inoltre, camerini, servizi e anche una mensa. A dir poco incredibile.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.