Come leggere l’etichetta per scegliere la merenda giusta

La merenda è un pasto davvero molto importante e che non deve essere saltato. Infatti permette di non arrivare a pranzo o a cena eccessivamente affamati, ma soprattutto non rovina l’appetito. Spesso la scelta per questo tipo di pasto, ricade sulle merendine confezionate che esistono in commercio. In questi casi però è necessario leggere con attenzione l’etichetta, per evitare di eccedere con le calorie e con i componenti. Spesso però, sono davvero molto complicate da leggere e capire. Ecco dunque qualche consiglio per non sbagliare. Innanzitutto è necessario sapere che sulle etichette alcune cose devono essere indicate per legge, mentre altre sono a discrezione delle industrie che le producono. Tabella nutrizionale, allergeni, ingredienti, aromi e additivi rientrano tra le cose che devono essere sempre indicate. L’ordine che si dà segue quello della percentuale di presenza, dalla maggiore alla minore. Gli additivi contengono la lettera E ed un numero. La prima informazione data è il contenuto calorico, kcal. Poi troviamo nell’ordine: grassi e grassi saturi, proteine, carboidrati, zuccheri e sale. A volte viene espressa anche la RDA, la quantità giornaliera raccomandata. Ecco invece come vengono indicate le proprietà nutrizionali:

  • A basso contenuto calorico: non contiene più di 40 kcal (170 kJ)/100 g;
  • A ridotto contenuto calorico: il valore energetico è inferiore del 30% rispetto al prodotto tradizionale;
  • A basso contenuto di grassi: non contiene più di 3 g di grassi per 100 g;
  • Senza grassi: non contiene più di 0,5 g di grassi per 100 g;
  • A basso contenuto di zuccheri: non contiene più di 5 g di zuccheri per 100 g;
  • Senza zuccheri: non contiene più di 0,5 g di zuccheri per 100 g;
  • Senza zuccheri aggiunti: non contiene zuccheri o altri dolcificanti aggiunti;
  • A basso contenuto di sodio/sale: non contiene più di 0,12 g di sodio per 100 g;
  • A bassissimo contenuto di sodio/sale: non contiene più di 0,04 g di sodio per 100 g;
  • Senza sodio o senza sale: contiene non più di 0,005 g di sodio per 100 g;
  • Fonte di fibre: contiene almeno 3 g di fibre per 100 g o 1,5 g di fibre per 100 kcal;
  • Ad alto contenuto di fibre: contiene almeno 6 g di fibre per 100 g o 3 g di fibre per 100 kcal;
  • A tasso ridotto di : contiene almeno il 30% in meno di un ingrediente rispetto a un prodotto simile. Vengono specificate anche le caratteristiche che rendono il prodotto “light” o “leggero”.

 

La fonte da cui sono estratti questi dati e queste indicazioni è:

http://www.deabyday.tv/sapermangiare/merenda/guide/6882/Come-scegliere-la-merenda-confezionata–leggere-le-etichette.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.