Gravidanza: i cibi che fanno bene alla mamma e al figlio

Un’ottima alimentazione fa bene durante la gravidanza sia alla mamma che al figlio, in attesa. E’ quanto confermano alcuni studi svolti negli ultimi anni. A quanto pare mangiare in modo non sano potrebbe recare, a lungo andare nella crescita del bambino, dei problemi di salute. In che modo? Aumentando la probabilità che il piccolo sia soggetto a malattie cardiovascolari e metaboliche durante l’età adulta. E’ importante, dunque, mangiare in modo sano durante la gravidanza.  Vediamo, dunque, in maniera più approfondita i cibi di cui ha bisogno la donna per nutrirsi durante la dolce attesa e alcuni importanti accorgimenti da seguire per evitare il sopraggiungere di problemi. Prima di tutto, occorre rispettare l’aumento di peso consigliato. Per una donna normopeso, infatti, è raccomandato un aumento del peso fra gli 11,5 e 16 kg.  In merito al problema “peso”, secondo quanto riferisce la dottoressa Serena Donati, ginecologa ricercatrice dell’Istituto Superiore di Sanità: «Se una donna è giunta alla gravidanza normopeso e non presenta problemi nel mantenere un’alimentazione adeguata per quantità e qualità, non c’è motivo di imporle una dieta che non tenga conto delle sue abitudini, né di sottoporla a continui controlli».

Altro punto importante è che la mamma non deve mangiare per due. Deve, però, rispettare alcune precise precauzioni da seguire al fine di una maggiore sicurezza. Recentemente sono stati presentati, ma non ancora in maniera definitiva, i nuovi LARN (Livelli di Riferimento di Nutrienti ed Energia per la popolazione italiana), a opera della Società italiana di nutrizione umana. Tali LARN prevedono una serie di indicazioni specifiche da seguiere anche nel corso della gravidanza. Ma di cosa ha bisogno principalmente la mamma in dolce attesa? In primis, di più proteine e ferro. A confermarlo è Irene Cetin, professore di Ostetricia e ginecologia all’Università di Milano.  Alimenti proteici, come carni magre, pesce, uova, latte e derivati, legumi accompagnati dai cereali sono importanti ai fini di una sana alimentazione.

Importanti anche il DHA (acido docosaesaenoico)e il calcio. Il primo, infatti, è un grasso della serie omega 3 utile per lo sviluppo del cervello e della retina del nascituro. Anche il calcio è fondamentale durante la gravidanza, per la crescita delle ossa del bambino. Ancora, l’acido folico. Rilevante perché aiuta a prevenire il rischio di difetti di chiusura del tubo neurale, come ad esempio la spina bifida. Non dimentichiamo la frutta e la verdura. Sempre secondo l’esperta è importante variare molto. Persino la frutta secca produce i suoi benefici, senza esagerare ovviamente. Arriviamo ai grassi e carboidrati ed eventuali condimenti. E’ opportuno preferire i cereali e derivati: pasta, riso, orzo. Per ciò che riguarda i condimenti, 3-4 cucchiai al giorno d’olio extravergine d’oliva possono bastare. Si consigliano, inoltre, le cotture semplici, al forno e a vapore. Per concludere, altro passo importante: bere tanta acqua, da 2,5 a 3 litri al giorno. L’acqua, infatti, aiuta ad accrescere la massa plasmatica circolante materna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.