Un matrimonio infelice è dannoso per il cuore delle donne

Un matrimonio infelice è dannoso per il cuore delle donne. A lungo andare, uno scarso affetto può comportare delle conseguenze sulle persone di una certa età. Gli anziani che vivono un matrimonio infelice sono quelli che hanno più possibilità di contrarre malattie cardiache. A rischiare di più sono le donne. Essendo più predisposte a interiorizzare le emozioni negative, aumenta in loro il rischio di depressione e di essere esposte a problemi cardiovascolari. Hui Liu e Linda Waite, esperte di sociologia hanno fatto questa incredibile scoperta.

Le due studiose, rispettivamente della Michigan State University e dell’Università di Chicago, hanno pubblicato i risultati della loro ricerca sul Journal of Health and Social Behaviour. Le professoresse sono giunte alla conclusione che un matrimonio infelice è dannoso per il cuore delle donne. Le studiose hanno analizzato i dati sulla qualità della vita coniugale. Su vari indicatori della salute cardiovascolare riscontrati in 1.200 volontari è emerso il dato. Tra i volontari c’erano uomini e donne. Inoltre, l’effetto di rischio cardiovascolare è risultato crescere con il passare degli anni. Con il tempo, lo stress derivante da un matrimonio infelice può stimolare risposte più intense a livello cardiovascolare.

Matrimonio combinato, la sposa non piace all’uomo: divorzio immediato – LEGGI QUI

Questo a causa del declino delle difese immunitarie e l’aumento della fragilità dovute al passare del tempo. Le malattie cardiovascolari possono anche influenzare la qualità della vita matrimoniale. Infatti, se ad ammalarsi è un uomo, le donne sono più portate a prendersi cura di lui. La cosa non avviene però a parte inversa. Questi risultati evidenziano quanto sia importante curare la vita di coppia anche durante la terza età. Dunque, non solo per il buonumore e per essere più felici. Un’ottima vita di coppia aiuta anche a mantenersi in forma ed evitare di intercorrere nel rischio di subire malattie cardiache. Soprattutto per le donne.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.