Libri da leggere 2011, Carta Straccia – il potere inutile dei giornalisti

Libri da leggere 2011 – Recensioni

Carta Straccia – Il potere inutile dei giornalisti.

 Giampaolo Pansa a inizio maggio di quest’anno per l’editore Rizzoli ha dato alle stampe il suo ultimo libro Carta Straccia, il potere inutile dei giornalisti. Con questo lavoro Pansa vuole festeggiare i suoi cinquant’anni di carriera giornalistica: ci racconta che è iniziata appunto a venticinque anni presso il quotidiano “La Stampa” avendo sottomano una ormai storica macchina da scrivere Olivetti; lo scrittore conosce ormai benissimo il mondo dei mass media. In questo misto fra saggio, autobiografia e critica, già dal titolo capiamo che si vuole rompere il classico modello secondo il quale la stampa costituirebbe, per utilizzare un noto titolo filmico risalente a Orson Welles, un vero e proprio Quarto Potere. Dopo tanti anni il giornalista di Libero afferma invece che esiste un vero e proprio rapporto di minoranza del potere mediatico rispetto alla triade del potere politico, economico e giudiziario. Il giornalismo dunque non può più smuovere le conoscenze, generare idee libere al di fuori di schemi imposti da altre entità pensanti; ma questo, incalza Pansa, anche per colpa della stessa categoria di giornalisti, ormai poco professionali, competenti e in grado di scrivere veri e propri brani densi di errori grammaticali. Quindi l’ideologia di giornalisti di destra (citati Feltri e Belpietro) e di sinistra (Mauro e De Benedetti) non più in grado di produrre un giornalismo di qualità. Peggio ancora e senza pietà è la condanna verso i finti Talk Show obiettivi di Saviano e Fazio. L’obiettività non può esistere per il giornalista, insegna Pansa. Può e deve invece sopravvivere il concetto di onestà, che Pansa ricava direttamente da Salvemini: onesto è il giornalista che sa raccontare diligentemente e precisamente anche i fatti che non gli piacciono o su cui discorda. Una bella lettura critica di cui fare tesoro.

Gabriele Scardocci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.