Film da vedere 2011, Rango è per grandi e bambini


Per i film da vedere 2011, a marzo di quest’anno la Paramount Universal Picuters ha regalato un’altra delle sue perle di narrativa per i bambini, ma anche per gli adulti; stiamo parlando del film di animazione Rango. Grazie alla tecnica già usata nel Signore degli Anelli, quella del motion capture, in cui si fa indossare una tuta ad attori veri per poi riprodurre in computer grafica i movimenti, questo splendido cartoon risente molto di un montaggio e una post produzione di un vero e proprio film. Anche la scelta dei doppiatori, in lingua originale, mirava alla perfezione e al tentativo di dare vita al simpatico e pasticcione camaleonte – quest’ultimo doppiato nient’altro che da Johnny Depp. Guidato da Gregor Verbinski sappiamo che il progetto non è stato affidato certamente a un novellino, basti pensare alle mirabolanti disavventure di Jack Sparrow guidate con maestria dal regista polacco. Ottime le ricostruzioni in simil western, le atmosfere da duello mescolate alla esilarante comicità dei vari Rango, la lucertola Borlotta con una passione per i fagioli, l’armadillo Carcassa, il brutto e antipatico serpente Jack Sonagli. Se a questa brigata di simpaticoni aggiungiamo in sottofondo la colonna sonora orchestrata dal maestro Hans Zimmer, non ci resta che attendere una bella storia che mescola serio e faceto.

La trama di Rango:


L’ingenuo, pasticcione e inesperto camaleonte Rango finisce erroneamente nel deserto;  costretto a sopravvivere da solo ai mille pericoli, si imbatte nella lucertola Borlotta, l’armadillo Carcassa che gli offrono un rifugio presso la sperduta città di Polvere. Qui Armadillo si trova coinvolto, ancora una volta casualmente, in una lotta senza esclusione di colpi contro Jack Sonagli, un terribile serpente che terrorizza la città. Riuscirà il nostro eroe a far trionfare la giustizia?

Gabriele Scardocci


Leggi altri articoli di Cinema e Spettacolo

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close