Omaggio a Pino Daniele, le frasi più belle delle sue canzoni

La morte di Pino Daniele ha lasciato un grande vuoto nel mondo della musica italiana e non solo. Il cantautore napoletano infatti era conosciuto in tutto il mondo e il suo successo ne aveva fatto uno dei più grandi musicisti di sempre. Muore a 59 anni lasciando un grande ricordo del suo talento e del suo modo di fare musica. Un piccolo omaggio per Pino Daniele, venuto a mancare il 4 gennaio 2015, stroncato da un infarto, ricordandolo con la sua musica. Per voi alcune delle frasi più belle prese dalle sue canzoni di grande successo. Un gesto simbolico per ricordare un grande artista che ci ha lasciati.

LA STORIA DI PINO DANIELE E IL DOLORE DEGLI AMICI PER LA SUA MORTE

Era malato da tempo, aveva subito una complicata operazione al cuore ma aveva continuato a lottare scegliendo anche di tornare tra i suoi fans per la notte di Capodanno. Lo avevamo visto pochi giorni fa su Rai 1, la notte di San Silvestro. Ultimo saluto a chi gli ha voluto bene e a chi, anche solo per una volta, ha cantato una sua canzone.

Alleria, pe’ ‘nu mumento te vuò scurdà che hai bisogno d’alleria, quant’e sufferto ‘o ssape sulo Dio. E saglie ‘a voglia d’alluccà, ca nun c’azzicche niente tu, vulive sulamente da’: e l’alleria se ne va… (da Alleria, 1980)

 

Io per lei ho due occhi da bambino, se sei tu il mio destino allora portami via… (da Io per lei, 1995)

 

Nun da’ retta è meglio ca ognuno penza a sé. Nun fa’ comm’a me, che parlo sulo, che faccio capa e muro. (da Carte e cartuscelle, 1989)

 

E se hai la pelle nera, amico guardati la schiena… io son stato marocchino, me l’han detto da bambino, viva viva o’ Senegal! (da O’ Scarrafone, 1991)

 

Fatte ‘na pizza c’a pummarola ‘ncoppa vedrai che il mondo poi ti sorriderà. (da Fatte ‘na pizza, 1993)

 

Napule è ‘na carta sporca | e nisciuno se ne ‘mporta | e ognuno aspetta ‘a ciorta. (da Napule è, 1977)

 

E intanto passa stu noveciento passammo nuje s’acconcia ‘o tiempo. (da Lazzari felici, 1984)

 

E prova a te girà’ pe’ dinto ‘o lietto ‘e notte, c’arteteca ‘e chi è stato tutt’a vita ‘a sotto… (da Sulo pe’ parla, 1981)

Guagliò, ma che te ne fotte?! E quando good good cchiù nero da notte nun può venì! (Che te ne fotte, 1981)

 

Napule è mille culure | Napule è mille paure | Napule è a voce d’ ‘e criature | che saglie chiano chianu | e tu saje ca nun si sulo. (da Napule è, 1977)

 

Vorrei rubare per un’ora qualche sorriso e qualche storia però il tempo sta cambiando… Schizzechea. (da Schizzechea, 1988)

 

Sai che mi piaci quando parli così in fretta, sembra che mastichi le nuvole… (da Io per lei, 1995)

 

Na tazzulella ‘e cafè | Acconcia a vocca a chi nun po’ sapè | E nuje tiramm annanz ch’è rulur ‘e panz | E ‘nvec ‘e c’aiuta c’abboffan ‘e cafè. (da Na tazzulella ‘e cafè, 1977)
A me me piace ‘o blues e tutt’ ‘e juorne aggia cantà. (da A me me piace ‘o blues, 1980)

3 responses to “Omaggio a Pino Daniele, le frasi più belle delle sue canzoni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.