Tutta la rabbia di Marco Carta a Domenica Live dopo le accuse di furto e l’assoluzione

Marco Carta non ci sta e vuole far sentire di nuovo la sua voce. Sui social ha già annunciato ai fans che ci sono dei super progetti che stanno per partire, dopo quest’anno turbolento ma in tv, a Domenica Live, nella puntata dell’11 ottobre 2020, sottolinea che non è stato affatto facile. Doversi fermare, avere per un anno e mezzo sulla testa le accuse gravi e un procedimento in corso non è stato semplice. Oggi piange, si commuove e sorride pensando alle persone che gli sono state vicine. Ma è anche pieno di rabbia perchè come spiega, nessuno gli ridarà indietro questo anno e mezzo di tempo che è stato sprecato. E non si riferisce alle tante umiliazioni subite, alle prese in giro, alle pessime battute sui social che ha superato. Ma l’aver fatto preoccupare persone a lui care, non è stato bello. Ed è convinto che tutta questa storia si sarebbe potuta chiudere anche prima.

MARCO CARTA DENUNCIA: CONTRO DI ME UN PROCESSO MEDIATICO

Per Marco la cosa più grave è che non si sia da subito capito che lui con il furto non aveva nulla a che fare. Ringrazia la d’Urso perchè nei suoi programmi si è sempre raccontato quello che è successo, cosa che non tutti hanno fatto. Contro di me è stato fatto un processo mediatico – continua Marco – ognuno ha detto quello che voleva” ha detto Marco Carta che ha fatto anche capire che questa vicenda non si chiuderà così. Per lui è arrivata l’assoluzione piena ma si parlerà ancora degli effetti collaterali di quello che è accaduto nell’ultimo anno e mezzo.

Per Marco il dolore più grande è stato quello di vedere la sua nonna spegnersi ancora preoccupata. Quando è morta infatti non era ancora arrivata questa sentenza, lei sapeva che Marco non aveva fatto nulla ma stava male perchè si sentiva impotente, per quel nipote che ha cresciuto e amato come un figlio, avrebbe fatto davvero di tutto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.