Sua moglie ha finito di soffrire ma Dodi Battaglia risponde: “E’ finita anche la mia lotta”

Paola Toeschi, la moglie di Dodi Battaglia, è andata via dopo anni di lotta contro un tumore al cervello. Quando per consolarlo c’è chi gli dice che sua moglie ha smesso di soffrire lui pensa che con lei è finta anche la sua lotta, ed era quella che lo teneva in vita. Hanno lottato insieme dal primo istante, da quando Paola iniziò a tremare, poi la diagnosi, la cura, le chemio. Adesso che è finita e Dodi Battaglia si concentra sulla figlia. Sofia ha solo 15 anni ed ogni giorno cerca di distrarla, di tenerla distante dai ricordi perché ogni cosa parla di Paola.

Dodi Battaglia non trova conforto nelle parole dette dopo il funerale

Per consolarlo c’è chi dopo il funerale gli ha detto “almeno ha finito di soffrire”. Al Corriere della Sera ha confidato qual è stato il suo pensiero: “Purtroppo, nella fine della sua sofferenza, è finita anche la mia lotta contro il suo male. Dal 2010, la mia motivazione per vivere è stata lei: la visita, la chemio, trovare un altro medico… Quando se n’è andata, mi sono sentito come un pallone che si sgonfia. Ho sempre trovato impensabile la depressione, non mi assomiglia”.
Sa che adesso deve combattere e lo farà perché pensa a chi resta senza l’amore della sua vita ma magari non ha amici e non ha una figlia di 15 anni da crescere: “Ecco, adesso, io ho la fortuna di avere come obiettivo mia figlia. Dover andare avanti per lei è una forza enorme. Sofia è forte, è una ragazza ormai, porta con orgoglio e dignità il cognome di famiglia, ma è sempre un cuoricino di 15 anni”.

Dodi sente tutto il vuoto adesso dopo anni di forza contro la malattia di sua moglie. Sa già che non ci sarà un altro amore dopo di lei e se adesso resiste è per Sofia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.