Kasia Smutniak racconta da un trauma si può uscire e lei ce l’ha fatta (FOTO)

Continuiamo a legare al nome di Kasia Smutniak a Pietro Taricone perché è l’uomo che lei non vuole di certo dimenticare, è stato il suo grande amore, il papà della sua bambina. La splendida attrice polacca intervistata dal settimanale Oggi ha parlato del film Limbo, diretto da Lucio Pellegrini, in cui sarà una donna soldato chiamata ad affornatre il ritorno a casa, alla normalità, dopo un attentato in Afghanistan che le ha sconvolto la vita. Kasia Smutniak ha parlato del percorso che chiunque può essere chiamato ad affrontare dopo un trauma. Il pensiero va subito a Pietro Taricone morto tragicamente nel 2010 durante un lancio con il paracadute.

Il trauma da superare per Kasia è stato questo e la prova che lei ce l’ha fatta è anche in questo ruolo nel film Limbo. In questo film c’è tanto della Smutniak e parlando del dolore che ti cambia la vita e che collega al film dice: “Il film racconta il limbo, quel tempo-non-tempo che segue un trauma. Un’esperienza in cui puoi perdere te stesso. Il mio personaggio è lì, ma non c’è con la testa. Anche Mattia è un uomo sospeso, così nasce una scintilla tra due anime ferite. Ma la loro storia li porterà alla speranza. Dal trauma si può uscire col tempo. E l’amore è una delle possibilità. Diciamo che questa era un’altra parte che avevo voglia di raccontare, in modo diverso, affrontando un personaggio completamente diverso”.

E’ GIA’ CRISI TRA GABRIEL GARKO E ADUA DEL VESCO – CLICCA QUI PER LE FOTO

E l’attrice è proprio nell’amore che ha trovato la forza per superare tutto, ha reagito pe sua figlia e anche grazie a Domenico Procacci che oggi è il suo compagno di vita e papà del loro splendido Leone. L’associazione che ricorda Pietro Taricone, i viaggi in Nepal, la scuola che è riuscita a far costruire e tanto altro; Kasia Smutniak ha avuto tanta forza per fare tutto, per superare.

One response to “Kasia Smutniak racconta da un trauma si può uscire e lei ce l’ha fatta (FOTO)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.