Marco Carta assolto: il primo post sui social con un grazie speciale al suo Sirio

Per Marco Carta finisce un incubo. Lo aveva sempre detto dal primo momento: “Non ho nulla a che fare con questa storia e ne uscirò pulitissimo”. Queste le parole di Marco Carta dal 31 maggio del 2019 quando era stato accusato del furto di sei magliette alla Rinascente del valore di circa 1000 euro. Oggi è arrivata la sentenza: Marco Carta è stato assolto, il cantante è innocente.

Dopo aver ricevuto la notizia da parte dei suoi avvocati, il cantante ha deciso di commentare sui social, i fatti.

MARCO CARTA ULTIME NOTIZIE: IL PRIMO COMMENTO SUI SOCIAL DOPO L’ASSOLUZIONE

Il cantante Marco Carta è stato assolto “per non aver commesso il fatto” in relazione all’accusa di furto di sei magliette . Oggi Marco ha deciso di commentare con un messaggio e dolci parole in particolare per tutti i suoi fans, per il suo fidanzato e per la sua famiglia chiaramente. E delle parole anche per chi ha sempre puntato il dito con le peggiori battutacce su questa vicenda.

Non ho mai smesso di credere.
È come se oggi mi svegliassi da un brutto sogno.
Perché è questo che rimane, solo un brutto ricordo in via d’estinzione.
Ringrazio tutte le persone che non hanno mai creduto neanche per un secondo alle cattiverie dette gratuitamente.
Grazie alla mia famiglia ai miei amici, quelli veri.
Grazie Sirio, amore mio.
Adesso posso riprendere ancora più forte la mia musica e le mie giornate, ora posso tornare a sorridere.
Grazie al mio World Paper.
Grazie dal profondo del mio cuore ai miei avv. Simone Giordano Ciró é Massimiliano Annetta.

E queste invece le parile di Simone Ciro Giordano e Massimiliano Annetta, difensori del cantante:

“Marco Carta è innocente, e ora lo possiamo dire ad alta voce. E’ stata una vicenda minimale, ma la notorietà aiuta e spero che possa essere d’aiuto a tutti per capire che i processi si fanno nei tribunali”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.