E’ morto Mirko Bertuccioli, il coronavirus ha portato via Zagor il cantante de I Camillas

Mirko Bertuccioli è morto a 47 anni stroncato dal coronavirus, era il cantante de I Camillas, ricoverato da inizio marzo nell’ospedale di Pesaro. In tanti lo ricordano come Zagor, questo il nome del cantante nella sua band che aveva formato nel 2004. Nel 2015 avevano partecipato a Italia’s Got Talent arrivando in finale e l’anno dopo I Camillas hanno realizzato la sigla di Colorado con Rocco Tanica. Impossibile non conoscere lui e la sua band: la canzone Il gioco della palla, nel 2016, è stata la sigla del programma della Gialappa’s per gli Europei di Calcio. Il successo di Mirko Bertuccioli e dei Camillas arrivato cinque anni fa si spegne per sempre oggi per colpa del maledetto coronavirus. 

L’ADDIO A ZAGOR DE I CAMILLAS

“Sono sempre lì a dire e fare e cantare e rovesciarvi e sorridervi” si legge sulla pagina social del gruppo con la sua foto in piena risata. E’ ciò che aveva detto Mirko in vita ed è ciò che resta ma è dura pensare che sia morto a soli 46 anni per colpa del virus che ci tieni tutti in casa. E’ morto nella sua città, Pesaro, come tanti altri. Dopo il tampone e il risultato positivo le sue condizioni sono subito peggiorate; dal 4 marzo era ricoverato in rianimazione all’ospedale San Salvatore.

Mirko e Vittorio avevano fondato una della band più divertenti. Tanti i messaggi commossi e increduli di fan e amici. Tanti i post dei colleghi, tra questi Bugo: “Oggi, per colpa del coronavirus, mi ha lasciato un grande amico, Mirko. Mio coetaneo, ci conoscevamo dal 2002, quando mi invitò a suonare al Plastic, suo negozio di dischi in quel di Pesaro. Da allora ne abbiamo fatte di cose insieme, tante al punto da diventare un vero amico della mia famiglia. Però questo messaggio lo vorrei indirizzare alla sua famiglia, a tutti i suoi cari e agli amici condivisi. Ciao Mirko, tuo Cristian per sempre”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.