Salmo nella bufera dopo il concerto a Olbia attacca Fedez che replica

Salmo a quanto pare ha un concerto bizzarro di arte e di chi si possa definire un artista, visto che, dopo esser finito nella bufera per il concerto di ieri sera a Olbia, che ha creato assembramenti e ha fatto infuriare decine di artisti, ha risposto a tono a Fedez e non solo. Non una parola di scuse, dopo quello che abbiamo visto ieri in Sardegna ma un attacco contro i suoi colleghi che, fermi da due anni, e rispettosi delle regole, sono rimasti parecchio basiti nel vedere le immagini di ieri a Olbia e hanno preteso delle spiegazioni. Peccato che da parte di Salmo sia arrivato ben altro. Ne è nato un aspro faccia a faccia con Fedez, che ha risposto a tutte le frecciate lanciate dal rapper.

Per Salmo essere artisti significa infrangere le regole, come avrebbe appunto fatto lui ieri sera? Va detto che Fedez, prima di chiedere spiegazioni a Salmo, le aveva chieste a chi ha permesso che tutta quella gente si accalcasse davanti a un palco montato, come ha sottolineato, alla luce del sole e non di nascosto.

Salmo nella bufera risponde a chi lo accusa

Il rapper ha scritto sui social dicendo che ieri non c’era nessuna raccolta fondi ma che ha messo di tasca sua i soldi per aiutare la Sardegna. Non sarebbero stati quindi provocati da lui gli assembramenti perchè a suo dire: “Ad agosto il centro di Olbia è sempre affollato, così come le spiagge”. E poi: “Gli assembramenti creati dalla finale degli europei andavano bene, il mio concerto gratuito no”. Etichettandosi come la persona contro cui prendersela, Salmo ha poi detto: “Non definitevi artisti se poi non avete le palle di infrangere le regole“.

A questo punto è arrivata la risposta di Fedez, e c’era da aspettarsi che il rapper dicesse la sua. Innanzi tutto ha fatto notare che da mesi ci sono raccolte di fondi, per aiutare il settore dello spettacolo e della musica fermo, e che Salmo non ha aderito in nessun modo. Fedez accusato di esser stato in spiaggia in vacanza a non fare niente ( Salmo dimentica che ha raccolto milioni di euro con la campagna per Scena Unita) fa notare che ieri quello che si è visto, è andato contro ogni regola, e che se avesse fatto beneficenza, non ci sarebbe stato bisogno di arrivare a quella situazione. E poi accusa Salmo di essere andato a braccetto con le istituzioni malate che gli hanno permesso di mettere in piedi quello che tutti ieri hanno visto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.