Giallo Torre Del Lago, Tureddi si dichiara innocente

E’ lui il testimone chiave di questo caso. E’ lui Francesco T. l’uomo che ha permesso di fare maggiore chiarezza nel caso di Torre Del Lago. Due donne sono scomparse: Maddalena  Semeraro e Velia Carmazzi. Uno solo il principale responsabile in questo caso, almeno per ora. E’ Massimo Remolini. E’ lui l’uomo che avrebbe ucciso le donne e provveduto a far scomparire i loro corpi.

Da molti mesi il figlio di Velia ha denunciato scomparsa di sua madre e di sua nonna. Grazie al programma Chi l’ha visto i riflettori su questo caso non si sono mai spenti. Anche i quotidiani locali e le tv toscane non hanno mai smesso di cercare le due donne. Ora però arriva la verità, la presunta verità su questo giallo.

T. grande amico di Massimo Remolini, dopo l’arresto di quest’ultimo ha trovato il coraggio di dire che lui qualcosa ha visto. Ha trovato il coraggio di dire che le donne erano costrette a prendere delle dosi di farmaci, novalgina sembrerebbe, e ha trovato la forza per fare la dichiarazione più difficile.

Lui ha visto un corpo, o meglio quello che resta di un corpo di donna che è stato bruciato dopo aver subito chiare violenze. Un cranio spaccato e resti umani bruciacchiati. Questo il suo ricordo. Una cosa però: lui è innocente, o almeno si dichiara tale. Sottolineiamo che questa è sempre le sua verità, una verità che arriva dopo tante bugie. La precedente versione parlava di una grande macchina nera che era arrivata in un giorno d’estate e aveva portato via le due donne dal campo. Una versione adesso smentita per ovvi motivi. Pechè mentire? Semplice paura o c’è dell’altro? Una possibile complicità? Per ora questa ipotesi viene scartata e Francesco T. si proclama innocente. Ha visto quello che restava del corpo di Maddalena ma non sa dove possa essere Velia.

Non resta che attendere con l’unica speranza di poter dare ai familiari delle due donne almeno quel che resta dei loro corpi.

Filomena Procopio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.