Soldatessa molestata, denunciata anche una donna


 Una caporale dell’esercito ha sporto denuncia nei confronti di 2 ufficiali ed un sottufficiale per “numerosi atti di molestia sessuale“. Tra loro c’è anche una donna, la quale avrebbe provato a coinvolgere la volontaria dell’esercito in un rapporto sessuale di gruppo con due militari stranieri. A seguito del suo rifiuto, la giovane denuncia di essere stata soggetta a mobbing.

La soldatessa, di religione musulmana,  ha inoltre denunciato oltraggi alla sua religione. Racconta infatti di essere stata obbligata a partecipare a funzioni religiose cattoliche, e addirittura come corista nelle cerimonie natalizie.

Le denunce sono state presentate alla Procura della Repubblica di Catania e alla procura militare di Napoli.

La giovane, di cittadinanza italiana, presta servizio in Sicilia, dove risiedono anche i genitori extracomunitari. Ed è qui che si sarebbe verificata in parte la vicenda, oltre che in Kosovo, dove la soldatessa era stata in missione due anni fa.

La caporale, prima di sporgere denuncia, aveva fatto presente il fatto ai suoi superiori, i quali l’avevano però invitata a “lasciar perdere”. La donna aveva poi chiesto di essere spostata in un’altra caserma, ma la sua proposta era stata ignorata. Ha quindi deciso di denunciare tutto alla Magistratura.


Se tali accuse venissero confermate, ci troveremmo di fronte ad un episodio a dir poco riprovevole in cui, oltre ai soprusi subiti dalla giovane, si aggiungerebbe anche la negligenza e la noncuranza dei superiori della donna, i quali avrebbero preferito tacere la cosa, probabilmente per non creare scandalo, senza curarsi dei danni psichici e morali arrecati alla soldatessa.

Assunta De Rosa


  • Tag

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close