Yara ultime notizie, è morta dissanguata forse


Le ultime notizie su come sia stata uccisa la piccola Yara Gambirasio questa volta ci parlano di un dissanguamento. Sarebbe morta dissanguata la tredicenne e si riapre quindi la pista dell setta satanica. Questa è una delle ipotesi sulla quale stanno lavorando gli investigatori. L’ipotesi potrebbe andare in due direzioni: l’assassino potrebbe aver creduto che Yara fosse morta in seguito alle ferite da lui provocate mentre invece era ancora viva oppure se si prende in considerazione la possibilità di un rituale il sangue della piccola potrebbe esser stato preso di proposito. Questa seconda ipotesi si ricollegherebbe alla presanza dello strano simbolo sul suo corpo e anche alla posizione in cui è stato ritrovato il cadavere. Queste le ultime notizie.Si susseguono in modo veloce le ipotesi ma di risposte vere e di prova certe ancora non ne abbiamo. O almeno noi non sappiamo quello che gli inquirenti hanno in mano. Di conseguenza l’unica cosa che si può fare e ipotizzare e cercare di capire cosa potrebbe essere accaduto quel maledetto 26 novembre.

Tutte le piste vengono seguite: prese e abbandonate per poi essere riprese. E’ il caso ad esempio del furgoncino bianco di cui tanto si è parlato in quete ultime ore. Il video tirato fuori da tgcom potrebbe essere utile nelle indagini? Ancora non ci è dato saperlo.

Si riprende la pista satanica. Si parla di tentati furti di cadavere dai cimiteri vicino a Brambate, di leggende, di chiese e di costruzioni particolari nel circondario. E l’ipotesi del dissanguamento è l’ultima in ordine di tempo. Ma dov’è tutto questo sangue della piccola? E soprattutto. perchè i suoi indumenti non sono sporchi di sangue?


Leggi altri articoli di News e Cronaca

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close