Donna rumena, rapita e stuprata per giorni

Flash news- Ennesimo episodio di violenza contro le donne. Una donna è stata rapita per dei giorni durante i quali ha dovuto subire ripetute violenze sessuali. A usarle violenza sette uomini che, minacciandola con armi e privandola della sua capacità di intendere e volere attraverso l’utilizzo di droghe, hanno abusato di lei.

La vittima dello stupro è una ragazza romena di ventisei anni, la stessa racconta di essere stata rapita a Torino da tre componenti della banda, portata a Napoli per essere stuprata dai restanti del branco e infine lasciata su di una spiaggia nel Metaponto in provincia di Matera dove poi è stata recuperata e soccorsa dai Carabinieri. Uno dei violentatori sarebbe il figlio di un boss del Casal del Principe. In letteratura si conoscono casi di stupratori di gruppo e questi molto spesso seguono le medesime regole del branco dedito ad altri tipi di reato. Solitamente vi è un capobranco che incita e da l’ordine di eseguire lo stupro il quale assume una valenza positiva per il fatto stesso di costituire l’elemento che fa da collante e accomuna i soggetti che compongono la banda.

Giselda Cianciola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.