Svezia, madre e figlia trovano preservativo nel latte


A Gunnilse, paesino svedese, una donna e sua figlia trovano un preservativo nella confezione del latte.

Il latte in questione è il “filmjolk”, e la donna lo aveva acquistato al supermercato. Mentre lo versava nella ciotola del cane, lei e la figlia Milica hanno visto fuoriuscire dalla confezione un “un anello di plastica di colore rosa”, un profilattico appunto, e anche uno scontrino.

Ciò è riuscito a togliergli l’appetito per qualche giorno, dato il ribrezzo provato per l’accaduto. Pare però che poi abbiano ritrovato il piacere di mangiare, ma sicuramente staranno ben lontane dalle confezioni di filmjolk.

Ma cosa ne pensano i produttori di questo latte? Katarina Malmstrom, responsabile del servizio clienti di Arla Foods, il caseificio-cooperativa che produce il filmjolk, ha dichiarato che è altamente improbabile che il profilattico possa essere arrivato nel latte durante il processo di confezionamento, in quanto “Si tratta di un processo chiuso in cui agiscono filtri e meccanismi che sicuramente impedirebbero a un oggetto così grande di finire in una confezione”. I rappresentati del caseificio avanzano quindi l’ipotesi che sia stato qualcuno vicino alle due donne ad aver inserire il preservativo nel contenitore del filmjolk. Ma loro scartano categoricamente questa possibilità, sostenendo che nessuno avrebbe avuto motivo di far loro un dispetto del genere.

Per ora rimane quindi il mistero di come l’oggetto sia arrivato fino alla ciotola del cane. E i tecnici della società si stanno muovendo per capire come possa essersi verificato un episodio del genere.

Ora forse gli svedesi ci penseranno due volte prima di acquistare una confezione di filmjolk, almeno fino a che non sarà fatta luce sulla vicenda.

Assunta De Rosa


Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close