Strage Erba, Olindo e Rosa sono innocenti?

 

Qualche settimana fa Chi l’ha visto aveva mandato in onda un servizio sulla strage di Erba. Niente di strano se non fosse chi si è parlato di una possibile innocenza dei coniugi Olindo e Rosa in carcere per aver ucciso senza pietà ben 4 persone. Stasera nella puntata di Quarto Grado sarà uno dei protagonisti della vicenda a parlare. Azouz Marzouk intervistato dal giornalista del programma di rete 4 dice di non essere più sicuro del fatto che i due coniugi, suoi vicini di casa, siano colpevoli degli omicidi. Bisogna riaprire il caso e fare giustizia. Ma com’è possibile una cosa di questo genere? A dire il vero se avete seguito la puntata di Chi l’ha visto di cui si parlava prima forse qualche dubbio è venuto anche a voi. I giornalisti di Rai 3 ci avevano atto notare come tante cose non andassero al loro posto e come i tasselli di questo puzzle in realtà non si componevano in modo giusto. Perchè? Per esempio perchè in casa di Olindo e Rosa non sono mai state trovate tracce di sangue di nessuna delle vittime. O per esempio perchè in casa di Marzouk e di sua moglie ci fossero decine di impronte ( piedi e mani) ma nessuna coincidesse con quelle dei due assassini che abbiamo più volte definito dei mostri. E ancora ci hanno fatto ascoltare delle intercettazioni ambientali che fanno davvero restare a bocca aperta.

Stiamo parlando di un fatto di cronaca del 2006 una strage per la quale sono stati condannati Olindo e Rosa alla pena dell’ergastolo. Qualcuno ha sempre detto che forse giustizia non era stata fatta e oggi con la voce di uno dei diretti interessati arrivano altri dubbi.

Azouz avrebbe detto che in carcere potrebbero esserci degli innocenti o dei colpevoli ma che in ogni caso bisognerebbe ripartire da zero con le indagini. Come mai? Perchè a meno di in mese dalla sentenza della Cassazione ci sono state questo tipo di dichiarazioni?

Per capire quello di cui stiamo parlando vi facciamo rivedere il video di Chi l’ha visto che spiega in modo esauriente la vicenda che coinvolge Olindo Romano  e Rosa Bazzi.

VIDEO NON DISPONIBILE 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.