Sbarchi immigrati, Pantelleria: morte calpestate due donne

Flash news – Una nuova tragedia si consuma sulle coste della Sicilia. Stamattina a Pantelleria due donne sono morte durante lo sbarco di immigrati sulle coste italiane.

C’erano quasi, dopo 5 giorni di navigazione, su un barcone con tutta probabilità partito dalla Libia, eppure il barcone, lungo una decina di metri, è finito sugli scogli di una caletta a Pantelleria. Quando il barcone si è incagliato, si è scatenato il terrore, molti immigrati si sarebbero gettati in mare, ma le due donne sarebbero rimaste calpestate e morte in un secondo momento. La Guardia costiera ha, in seguito, recuperato i corpi che sono stati portati al cimitero di Pantelleria.

Ieri intanto sul fronte dei trasferimenti è partita da Cala Pisana la nave Excelsior, della flotta Grandi Navi Veloci, con a bordo 800 immigrati destinati a diversi centri d’accoglienza sparsi sulla penisola, e sono stati rimpatriati con due ponti aerei, partiti direttamente da Lampedusa, 60 tunisini. Questa mattina è ripreso il servizio di pattugliamento aereo del Canale di Sicilia, ma le condizioni del mare che sono in netto peggioramento, lasciano supporre a una tregua negli sbarchi nel corso delle prossime ore.

Giusy Cerminara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.