Sbarchi immigrati, Pantelleria: morte calpestate due donne

Flash news – Una nuova tragedia si consuma sulle coste della Sicilia. Stamattina a Pantelleria due donne sono morte durante lo sbarco di immigrati sulle coste italiane.

C’erano quasi, dopo 5 giorni di navigazione, su un barcone con tutta probabilità partito dalla Libia, eppure il barcone, lungo una decina di metri, è finito sugli scogli di una caletta a Pantelleria. Quando il barcone si è incagliato, si è scatenato il terrore, molti immigrati si sarebbero gettati in mare, ma le due donne sarebbero rimaste calpestate e morte in un secondo momento. La Guardia costiera ha, in seguito, recuperato i corpi che sono stati portati al cimitero di Pantelleria.

Ieri intanto sul fronte dei trasferimenti è partita da Cala Pisana la nave Excelsior, della flotta Grandi Navi Veloci, con a bordo 800 immigrati destinati a diversi centri d’accoglienza sparsi sulla penisola, e sono stati rimpatriati con due ponti aerei, partiti direttamente da Lampedusa, 60 tunisini. Questa mattina è ripreso il servizio di pattugliamento aereo del Canale di Sicilia, ma le condizioni del mare che sono in netto peggioramento, lasciano supporre a una tregua negli sbarchi nel corso delle prossime ore.

Giusy Cerminara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.