Delitto Melania Rea ultime notizie, si seguono nuove piste

Nonostante la ricorrenza dell’1 maggio, non si è smesso di investigare sul delitto di Carmela Melania Rea, la donna di 29 anni trovata morta poche settimane fa, in seguito alla sua misteriosa sparizione sul pianoro di Colle San Marco di Ascoli Piceno. Vediamo le ultime notizie.Si seguono nuove piste in queste ore, per cercare di capire cosa possa essere successo a Melania Rea dal momento in cui è sparita, a quello in cui è morta.

Nei giorni scorsi erano emersi dei dubbi, da parte di chi segue le indagini, sul marito della povera Melania Rea, Salvatore Parolisi. L’uomo il 18 aprile scorso si trovava insieme alla moglie e alla figlia di 18 mesi per una gita fuori porta. A destare i sospetti su di lui, vi era il fatto che Parolisi avesse aspettato circa 50 minuti dall’allontanamento della moglie prima di lanciare l’allarme. Ma alcune indiscrezioni mostrano che probabilmente l’uomo non è coinvolto con il macabro delitto di Melania Rea. Pare infatti che non sia stata trovata alcuna traccia del suo DNA nè sulla siringa ritrovata conficcata nel petto della donna, nè sul laccio emostatico presente sul luogo del ritrovamento del corpo di Melania. Bisogna ancora accertare perchè la siringa si trovasse nel corpo della giovane, ma si conferma che non ha avuto alcun ruolo nella morte della povera Melania Rea.

Riguardo il processo mediatico avvenuto ai danni di Salvatore Parolisi nei giorni scorsi, l’uomo mostra un grande risentimento, tanto da chiedere ai cronisti di lasciarlo in pace, accusandoli di non fermarsi di fronte a nulla. Dice inoltre di non voler fare altro che stare con la sua bimba, perchè quello è per lui l’unico modo per non stare male.

Per quanto riguarda le indagini, non sono avvenuti ulteriori sopralluoghi. Secondo il comandante provinciale dei carabinieri di Ascoli Piceno, Alessandro Patrizio, non era necessario. Ma per il delitto di Carmela Melania Rea sono state sentite nuove persone informate sui fatti, le quali non appartengono ai contesti presi in considerazione finora. Pare si tratti dell’ambiente sociale e familiare di Melania e Salvatore. Si indaga però anche nell’ambiente di lavoro dell’uomo, caporalmaggiore dell’esercito, il quale si trova in servizio presso il RAV Piceno. Ma i nuovi elementi acquisiti non hanno portato, almeno per il momento, a nessuna verità. Non si esclude comunque che ad uccidere Melania Rea possa essere stata una donna.

La verità sul delitto di Carmela Melania Rea sembra ancora lontana, ma in questi giorni il cerchio potrebbe stringersi.

Assunta De Rosa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.