Sarah Scazzi ultime notizie, nuovo testimone: si aggrava la posizione di Cosima Serrano

La situazione di Cosima Serrano sembra essere peggiorata ulteriormente nelle ultime ore. Queste sono le ultime notizie riguardanti l’omicidio di Sarah Scazzi, la quindicenne di Avetrana scomparsa il 26 agosto scorso, e fatta ritrovare in un pozzo dallo zio Michele ad ottobre. Emergerebbe una nuova prova che contraddirebbe la versione di quel giorno portata avanti fino a questo momento, e cioè che Cosima Serrano era in casa a dormire nell’orario in cui si consumava il delitto di Sarah Scazzi. Tale versione era stata confermata sia da Sabrina Misseri, sua figlia, sia dal marito Michele Misseri. Ma ora un testimone farebbe rimettere tutto in discussione. Si tratta del padre di una compagna di scuola di Sarah, Donato Massari, la cui ultima audizione risale al 2 giugno scorso. Il testimone ha parlato anche a Quarto Grado, e l’intervista in questione è stata consegnata ai giudici del Riesame dalla Procura. Ma in cosa consiste questa testimonianza che incastrerebbe Cosima Serrano?

Massari ha raccontato di aver visto l’automobile della zia di Sarah Scazzi passare a grande velocità in una zona vicina a via Deledda, dove la famiglia Misseri abitava, poco dopo le ore 14.00 del 26 agosto, giorno della scomparsa di Sarah. Il testimone è sicuro di aver visto realmente l’automobile di Cosima Serrano, in quanto lei e le figlia sarebbero andare per tre volte di seguito, di cui due insieme e una ognuna per conto suo, a casa di Massari per chiedergli alcuni dettagli su quel pomeriggio. Addirittura una volta sarebbe anche stata fotografata l’auto in questione. Pare si tratti proprio della Opel Astra station wagon di Cosima Serrano. A questo punto sono gli orari a non quadrare. La donna aveva infatti sempre detto di trovarsi in casa tra le 13.30 e le 15.30 del giorno della scomparsa di Sarah Scazzi.

Non è però questo l’unico elemento ad aggravare la già precaria situazione di Cosima Serrano. In mano ai giudici del Riesame ci sarebbe anche un’intercettazione telefonica, avvenuta in carcere, in cui la donna chiedeva al marito Michele Misseri di riproporre la testimonianza secondo cui avrebbe violentato Sarah Scazzi quando era già morta. L’intercettazione risale allo scorso 23 maggio.

Nella serata di ieri si è inoltre conclusa l’udienza di fronte al Tribunale del Riesame inerente i ricorsi che gli avvocati di Sabrina e Cosima avevano presentato per far sì che madre e figlia venissero scarcerate. Per sapere la decisione del Tribunale, si dovrà aspettare al massimo fino a lunedì prossimo.

A.D.

One response to “Sarah Scazzi ultime notizie, nuovo testimone: si aggrava la posizione di Cosima Serrano

  1. E’ stato quell’assasino del marito .Ma non lo vedete quanto recita la parte quando lo intervistano . Che cosa aspettate e metterlo in galera . Povera ragazza che brutta fine . Un abbraccio ai genitori ed il fratello e una preghiera per Lei . Che cosa aspettate a toglirle la Bambina .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.