Sarah Scazzi ultime notizie, è caccia al super testimone

Le ultime notizie sul caso della piccola Sarah Scazzi, la quindicenne uccisa lo scorso 26 agosto ad Avetrana, potrebbero arrivare direttamente dalla Germania. I pm infatti hanno tutte le intenzioni di non tralasciare nessuna pista prima di far partire il processo e così si cerca la super testimone che potrebbe rivelare dei dettagli utili su quel pomeriggio afoso di agosto. Di chi parliamo? Della commessa del fioraio che ha detto di aver visto la macchina di Cosima Serrano quel pomeriggio, inseguire la piccola Sarah e costringerla poi a salire sulla vettura. Dopo un racconto ricco di dettagli, l’uomo però, aveva detto che si era trattato semplicemente di un sogno. Realtà o finzione? Per scoprire questo, o almeno provare a scoprirlo, i pm voleranno in Germania dove lavora adesso la testimonianza della commessa, che, dovrebbe esser stata la prima ad ascoltare il racconto del fioraio. Si cercherà di capire se davvero l’uomo quel giorno ha visto quella scena o se anche lui è una vittima del circolo mediatico che si è scatenato intorno a questo caso. Paura di dire la verità o paura di aver detto una bugia solo per essere protagonista di questo caso?

Del resto come ha ripetuto più volte Concetta Serrano tutti hanno dimenticato che la protagonista di questo caso è Sarah, purtroppo. Invece prima lo è stata Sabrina Misseri, poi Michele e poi ancora Cosima. E ora questo fioraio.

Se si scoprisse che la testimonianza del fioraio è attendibile sarebbe un’altra prova che si aggiunge a quelle che i pm hanno raccolto contro Cosima Misseri. Una delle ultime era stata un’intercettazione di Michele e Cosima mentre parlavano in carcere.

Michele diceva: “Ma se tu vuoi che dica che l’ho violentata lo dico”. Cosima: “No, no la verità, la verità”. Michele: “No, che tu stai facendo capire così…”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.