Sarah Scazzi ultime notizie epilogo, è stata uccisa da Cosima e Sabrina

Dopo mesi e mesi di indagini, adesso il caso di Sarah Scazzi, la quindicenne di Avetrana scomparsa lo scorso 26 agosto dal suo paese d’origine e uccisa, volge al termine. Sono state infatti chiuse le indagini riguardanti l’atroce delitto di Avetrana. Se ricordiamo come iniziò la storia della morte della piccola Sarah Scazzi, con l’autoaccusa dello zio Michele Misseri, sembrerebbe inimmaginabile il quadro che si presenta oggi: le uniche colpevoli dell’omicidio di Sarah Scazzi sono zia Cosima e la figlia Sabrina Misseri. Sono state loro, secondo i pm a uccidere la 15 enne di Avetrana. E Michele? Il contadino di Avetrana avrebbe aiutato moglie e figlia nella soppressione del cadavere, cercando di distruggere quello che restava di Sarah, compreso il famoso cellulare ritrovato dallo zio, grazie ai suoi sensi di colpa. Vediamo insieme le ultime notizie. Il procuratore aggiunto di Taranto, Pietro Argentino, e il sostituto procuratore Mariano Buccoliero scrivono che Cosima Serrano e Sabrina Misseri, privarono della libertà personale Sarah Scazzi, costringendola dopo averla strattonata ed afferrata per i capelli, e comunque con tono minaccioso, a salire sull’autovettura della Serrano, conducendola verso la loro abitazione contro la volontà della minore, di cui cagionavano la morte a mezzo di una cinghia. Dunque la scena sarebbe la stessa descritta dal fioraio Giovanni Buccolieri, anch’egli iscritto nel registro degli indagati in quanto aveva raccontato ad amici e alla commessa del suo negozio di aver visto Cosima Serrano e Sabrina sequestrare Sarah, ma, al momento di dichiarare la stesa versione davanti ai pc, ha smentito il tutto, dicendo che quella scena era il frutto di un sogno.

 

2 responses to “Sarah Scazzi ultime notizie epilogo, è stata uccisa da Cosima e Sabrina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.