Centovetrine anticipazioni, due donne sono in pericolo

Le anticipazioni di Centovetrine riguardano quello che vedremo in questa settimana: dalla puntata di domani a quella di venerdì. Ma di due cose vogliamo parlare principalmente: dopo la puntata di venerdì abbiamo capito che sono due le donne a essere in pericolo. La prima è Rossana sempre più vicina alla verità sulla morte di Alfonso e sempre più in pericolo di vita. La seconda è Viola che è stata aggredita da un losco individuo. Come andranno a finire le due storie? Sappiamo che Rossana ha i giorni, o meglio le ore contate. La signora Castelli sta infatti per morire, ma chi sarà a ucciderla? E Viola, come farà a difendersi dall’uomo che la vuole molestare?
Scopriamolo nelle nostre anticipazioni.

Centrovetrine anticipazioni: cosa succederà?

Viola e il suo molestatore– C’è un uomo che abbiamo visto comparire in commissariato alle spalle di Damiano qualche puntata fa. Ques’uomo è il finto sommelier che ha fatto visita a Viola e che ha deciso che sarà lei la sua prossima vittima. Sta per violentarla quando nel wine bar arriva una donna che salva viola. Si tratta di Maya una delle nuove protagoniste delle prossime puntate. La ragazza colpisce l’uomo e salva Viola. Inizia così una nuova amicizia.

Rossana scopre chi ha ucciso Niccolò- La signora Castelli ha scoperto la verità: suo figlio, come del resto ha sempre saputo, è innocente. Il vero colpevole della morte di Alfonso è Valentino. In tutto questo tempo però lui ha seguito le mosse della donna che sta per dire tutto a Laura. Non farà però in tempo perchè sarà gettata dalle scale prima di poter parlare. Morirà in ospedale.

La morte di Rossana sarà un duro colpo per tutti: da Cecilia a Ettore passando per Niccolò che  è costretto a restare ancora in carcere perchè nessuno sa la verità. Ettore accusa Sebastian per la morte di Rossana.

 

Molto altro nelle prossime puntate di Centovetrine, appuntamento alle nostre anticipazioni che sveleranno come sempre, tutto in anticipo.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.