Sarah Scazzi ultime notizie, Michele Misseri vuole essere interrogato ancora

Nonostante le indagini sulla morte della 15 enne di Avetrana, Sarah Scazzi, siano chiuse da tempo, lo zio Michele Misseri non si arrende: si dice colpevole e vuole essere interrogato ancora. La ragazzina fu ritrovata in una cisterna nelle campagne tra Avetrana e Nardò nei primi giorni di ottobre, dopo essere scomparsa da Avetrana lo scorso 26 agosto. Lo zio di Sarah, Michele Misseri, fu il principale indagato: fu lui a far ritrovare il cadavere di Sarah e a dirsi da subito colpevole. Ma, nel corso dei mesi, le sue parole non hanno convinto del tutto gli inquirenti, al punto di pensare che le colpevoli per la morte di Sarah siano la moglie e la figlia minore di Misseri, Cosima e Sabrina, e che quest’ultimo si è detto sempre colpevole per “coprirle”, mentre – sempre secondo gli inquirenti – lui avrebbe solo contribuito a nascondere il cadavere. Oggi Michele vuole parlare ancora. Vediamo le ultime notizie.Michele Misseri ha chiesto nuovamente di essere interrogato dopo aver ricevuto l’avviso di conclusione delle indagini preliminari. Lo ha fatto attraverso l’avvocato Massimo Saracino, che aveva nominato dopo la rinuncia all’incarico da parte dell’avv. Francesco De Cristofaro, a sua volta indagato per infedele patrocinio. Ma anche l’avv. Saracino si è dimesso dall’incarico adducendo motivi personali.Cosa avrà da dire ancora Michele Misseri? Oramai le indagini sono chiuse e, in totale, ci sono 15 persone indagate. Che forse si sia deciso a dire una volta per tutte la verità sulla morte della piccola Sarah, a quasi un anno dalla sua scomparsa?

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.