Immigrati in rivolta a Bari: sassi contro la polizia

BARI – E’ molto critica la situazione a Bari, dove  qualche minuto fa sono avvenuti degli scontri tra un gruppo di immigrati e la polizia. Gli immigrati, per protesta, hanno bloccato strade  e binari vicini al centro di accoglienza dove sono stati collocati. Secondo quanto emerge dalle prime indiscrezioni, alcuni stranieri avrebbero anche picchiato i poliziotti, armati di spranghe. Sarebbero state danneggiate, secondo le ultime notizie, alcune auto della polizia. Negli scontri sarebbero rimaste ferite alcune persone, tra cui dei passanti. Un gruppo di immigrati manifestanti avrebbe iniziato a scagliare dei sassi contro la polizia mentre manifestava fuori dal centro d’accoglienza, il Cara.Gli stranieri hanno così messo in fuga gli uomini delle forze dell’ordine, che si sono riparate dietro gli automezzi. Dopo di che hanno iniziato a lanciare dei sassi anche contro i giornalisti presenti. Una troupe televisiva di Telenorba è stata oggetto di una sassaiola da parte di alcuni immigrati del Cara di Bari che stanno protestato perchè chiedono i documenti per regolarizzare la loro presenza in Italia: «Se abbiamo i documenti lasciamo la barricata», dicono alcuni di loro mentre manifestano. Un manifestante è stato arrestato. Attualmente la zona è tenuta sotto controllo da un elicottero della polizia. La protesta ha causato non pochi disagi nella circolazione delle auto e dei treni:la circolazione ferroviaria sulla linea Bari-Foggia è interrotta tra le fermate di Bari Zona Industriale e bari Palese. Lo rendono noto le Ferrovie dello Stato con un comunicato. Lo stop ha causato fino ad ora la cancellazione di 10 treni regionali e ritardi per sei convogli a lunga percorrenza. Le Ferrovie dello Stato hanno attivato un servizio di bus sostitutivi.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.