11 Settembre, dieci anni dopo: Roma si ferma a ricordare

Sono passati dieci anni da quell’11 settembre 2001. Dieci anni da quel giorno che nessuno potrà mai dimenticare. Le immagini di quello che è successo, della disperazione che ha colpito chi ha perso tutto sono negli occhi di ognuno di noi. Arriva il primo aereo, come se fosse un film di fantascienza “entra” nella prima delle due Torri Gemelle. Passano pochi minuti, e la torre, come un castello di sabbia si sgretola sotto gli occhi increduli di tutti. Dopo poco, un altro aereo ripete il gesto: va a colpire la seconda torre, abbattendola come la prima. Nella stessa giornata un altro velivolo si abbatte sul pentagono.

All’inizio non si capiva cosa stesse succedendo, ma sono bastati pochi istanti per realizzare che quell’11 settembre sarebbe passato alla storia. Perché quelli erano degli attentati. Migliaia di persone morte, moltissime famiglie cadute nella disperazione. A un anno di distanza da quel terribile giorno, il mondo si ferma per ricordare. E lo fa anche Roma, con una messa e una corona d’alloro.Una messa e una corona d’alloro per ricordare chi ha perso la vita in quell’11 settembre. Il sindaco della capitale, Gianni Alemanno e l’ambasciatore degli Stati Uniti in Italia, David H.Thorn, hanno voluto  voluto ricordare le vittime con una messa celebrata nella chiesa di S.Gregorio al Celio. Nel corso della messa, il messaggio lanciato dal sacerdote è un messaggio di perdono, in quanto “più vincente della vendetta”. Dopo la messa c’è stato un corteo fino a Piazza di Porta Capena, dove c’è il monumento in memoria della tragedia. Depositando una corona di alloro lì, in memoria di tutti coloro che hanno pagato con la vita il prezzo degli attentati, il sindaco di Roma Gianni Alemanno ha ricordato, “la dignità e il coraggio di un popolo che dopo qualche settimana dalla tragedia è riuscito ad andare avanti e a non piegarsi”.

 

 

One response to “11 Settembre, dieci anni dopo: Roma si ferma a ricordare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.