Venezia, 16enne muore mentre studia: è giallo

Ieri per moltissimi ragazzi è stato il primo giorno di scuola. Lo era stato anche per una 16 enne di Fossò, provincia di Venezia. SI chiamava Deborah Bettini. La ragazza era tornata tranquilla dal primo giorno di scuola e già si era messa sui libri. Stava studiando per la verifica che aveva il giorno dopo. Ma ad un tratto ha avvertito un forte dolore, che l’ha spinta ad avvisare la madre, quasi come se aveva capito che non era un normale malore

Allora Deborah ha preso il telefono, e ha chiamato la madre, che in quel momento era fuori di casa: “Mamma sto male, vieni a casa”, avrebbe detto la ragazza 16 enne. Cercava aiuto, ma Deborah, probabilmente, avrebbe dovuto chiamare i soccorsi, piuttosto che la madre, impegnata dal lavoro. Per la ragazza infatti, quando la madre è arrivata a casa, era troppo tardi.La madre ha trovato la sua bambina accasciata sui libri, morta. La donna ha anche cercato di rianimarla, chiamando i soccorsi. I medici hanno tentato di strapparla alla morte per 40 minuti: l’avevano rianimata, ma quando Deborah è arrivata in ospedale ha chiuso gli occhi per sempre. La giovane, secondo le ultime notizie, sarebbe deceduta per un malore improvviso, un caso simile alla morte improvvisa che colpisce i neonati e in casi rari anche gli adolescenti. Ieri mattina si era seduta sui banchi della classe quarta dell’Istituto turistico di Dolo.

La sorella fa sapere: “I medici ci hanno spiegato che anche un intervento immediato non avrebbe salvato Deborah. E’ come se si fosse staccata la spina. Mia sorella era la vita in persona – dice -. Ora non sappiamo come faremo a tirare avanti”. I funerali della giovane ragazza 16 enne morta improvvisamente non sono ancora stati fissati. E’ stata disposta l’autopsia per fare piena luce sulla morte della giovane ragazza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.