Agente immobiliare si suicidia e imprenditore viene salvato dalla figlia

Si allunga tragicamente la lista dei suicidi in Italia e la ragione è sempre la stessa. Questa mattina è stato trovato un altro imprenditore privo di vita, un agente immobiliare che si è suicidato impiccandosi a una giostra di un parco del centro di Vicenza. A scoprire il cadavere in via Adenauer è stato un passante che ha subito avvertito la polizia. Ma la scelta dell’agente immobiliare di suicidarsi in un luogo così centrale e soprattutto così vicino ad una scuola materna ha suscitato non poca preoccupazione nei confronti dei bambini che possono aver visto la macabra scena. Infatti a sostegno dei piccoli è intervenuto il personale della sezione minori per decisione del questore Angelo Sanna.

L’uomo non ha lasciato neanche un biglietto per spiegare il perché del folle gesto, né sono stati trovati sul posto altri indizi. Al momento sono in corso accertamenti per comprenderne il motivo tentando di ricostruire i suoi ultimi giorni di vita.

Secondo indiscrezioni l’agente immobiliare di Vicenza sarebbe l’ennesima vittima del fisco, della crisi che tutti conosciamo bene. Stava dunque attraversando un periodo particolarmente difficile, anche di natura economica.

Invece a Calolziocorte, in provincia di Lecco, seppure in un momento di tragica disperazione, c’è stato un finale diverso. Un altro imprenditore ha tentato il suicidio impiccandosi nel giardino perché schiacciato dai debiti e dalle cartelle esattoriali. Ma la figlia, una ragazzina di 15 anni, ha fatto in tempo a vederlo e ad intervenire, così l’ha tenuto sollevato fino a quando è arrivata la madre.

Momenti di disperazione che si commentano da soli ma che spiegano bene cosa sta accadendo nel nostro Paese.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.