Facebook, presto disponibile il nuovo motore di ricerca per scoprire tutto

Facebook ha annunciato nuove funzionalità per il nuovo motore di ricerca. È di ieri la notizia che un’importante novità per la ricerca interna al social network ci consentirà di migliorare la ricerca interna, andando a ripescare qualsiasi cosa sia stata postata anche in passato. Facebook ha potenziato la ricerca e ha introdotto la possibilità di ricercare tra gli stati, messaggi, didascalie delle foto, note ecc. Si tratta di un’importante novità che renderà più facile consultare le bacheche dei nostri amici o dei personaggi famosi. Se ad esempio nel motore di ricerca scrivessi: “I miei post scritti nell’anno precedente”, verranno generati tutti i post che rispondono all’esigenza. Questa funzionalità sarà disponibile anche per cercare foto nostre o di amici. Potremmo scoprire qualsiasi cosa sia stata condivisa in passato dai nostri amici, anche se virtualmente il nostro legame è nato da poco e sarà possibile cercare anche post risalenti a diversi anni fa. Inoltre,  così come funziona Google, sarà possibile aggiungere dettagli alla ricerca per renderla più precisa e personalizzata. Altri esempi di ricerca che a breve sarà possibile utilizzare anche in Europa saranno i seguenti: Post che ho commentato, I miei post dello scorso anno, Post scritti dai miei amici su un relativo argomento. Facebook sta lanciando questo nuovo metodo di ricerca gradualmente a tutti gli account, al momento è disponibile solo per quelli statunitensi, ma modificando il proprio status e la lingua in quella statunitense sarà possibile usufruire del servizio in anteprima. Altrimenti, basterà avere un po’ di pazienza per godere del nuovo servizio offerto da Facebook. La “Graph Search” (il termine tecnico secondo il quale funzionerà questo nuovo tipo di ricerca) è in fase di sperimentazione da quasi un anno e presto sbarcherà anche in Italia. Dunque, un motore interno di Facebook che verrà potenziato per aiutarci nelle ricerche all’interno del più famoso social network e che si avvicinerà a Twitter, di cui lo strumento di ricerca risulta essere più avanzato del concorrente.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.