Nadia partorisce nel bagno di casa: non sapeva di essere incinta

«Non sapevo di essere incinta». Non è solo il titolo di una trasmissione televisiva, ma sono le stesse parole pronunciate da Nadia Watson. La ventiduenne di Somerset, contea nel sud-ovest dell’Inghilterra, infatti, ha partorito in bagno nel cuore della notte sul pavimento mentre il fidanzato stava dormendo. La giovane non immaginava di aspettare un bambino. Durante la notte si era svegliata a causa di alcuni dolori al ventre, che lei immaginava fossero dovuti alle mestruazioni, ma una volta entra entrata in bagno è caduta in terra ed è iniziato il travaglio. Il fidanzato non è stato svegliato nemmeno dalle urla di dolore della donna che, quindi, ha dovuto fare tutto da sola e dopo qualche ora ha dato alla luce la piccola Poppy. La vicenda ha dei contorni ancora più paradossali: dopo il parto, Nadia si è avvicinata al letto mostrando al fidanzato la neonata, ma lui, non rendendosene conto, si è addormentato di nuovo. Fortunatamente i soccorsi sono giunti sul posto immediatamente portando mamma e figlia in ospedale per le visite del caso, dato che la donna non aveva preso i provvedimenti necessari per la gravidanza, essendone inconsapevole, e la piccola non piangeva.

«Non avevo idea di essere incinta – ha dichiarato mamma Nadia in un’intervista rilasciata al Daily Mail. Non avevo alcun sintomo, nessuna nausea, non ho preso peso e ho avuto sempre e regolarmente le mestruazioni». Ora la piccola Poppy è una bambina sana e felice che vive nella tranquillità della sua famiglia, con mamma e papà che sono entusiasti di averla avuta, anche se in un modo così improvviso e del tutto inaspettato. Il padre dovrà sicuramente essere più presente rispetto a quanto lo è stato durante la fatidica notte del parto, mentre la madre potrà coccolare la sua piccola, talmente buona da non averle dato fastidio durante i lunghi nove mesi prima della sorpresa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.