Terni, esplode auto a metano: muoiono madre e figlia

Terribile incidente nella serata di ieri a Terni, dove è esplosa un’auto a metano provocando la morte di madre e figlia. A seguito di un’incidente hanno perso la vita una madre, 86 anni, e la figlia, 63 anni, tutte e due di Narni. Si trovavano nella loro automobile, una Fiat Punto. Mentre viaggiavano sul raccordo Terni – Orte in direzione sud, dopo le ore 21, all’altezza dell’uscita per Perugia ha avuto luogo il tragico incidente. E’ avvenuto uno scontro con una Golf, che avrebbe provocato l’esplosione di una delle bombole a metano portando ad un incendio della vettura.

Questa la prima ricostruzione dei Vigili del fuoco sopraggiunti sul luogo dell’incidente, e dei Carabinieri di Terni. L’impatto tra le auto avrebbe determinato dunque l’esplosione di una delle bombole di metano necessarie ad alimentare l’automobile su cui viaggiavano madre e figlia, morte quindi carbonizzate.

Da chiarire è la dinamica dell’incidente e come sia possibile che una delle bombole a metano sia esplosa, provocando la morte di madre e figlia. Entrambe le automobili, la Fiat e la Golf, sono state sequestrate per maggiori accertamenti. Anche i corpi delle due donne sono a disposizione del magistrato, al fine di comprendere cosa sia accaduto realmente.

A bordo della Golf c’erano due uomini, i quali sono rimasti leggermente feriti.

Intanto una corsia della carreggiata sud del raccordo è rimasta chiusa per ripulire il luogo in cui è avvenuto l’incidente.

Si tratta dell’ennesima tragedia familiare su strada, nella quale è esplosa un’auto a metano. Madre e figlia hanno perso la vita in questo terribile incidente, ed ora l’obiettivo è quello di scoprire cosa sia accaduto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.