Massa: ambulanza prende fuoco, morta neonata

Una neonata di otto mesi stava per essere trasferita d’urgenza da un ospedale all’altro tramite ambulanza a Massa. All’improvviso, l’ambulanza che la trasporta si ferma a causa di un principio d’incendio, ha preso fuoco. Purtroppo, una volta arrivata all’ospedale, la bimba di 8 mesi muore poco dopo il ricovero. Il terribile incidente è accaduto nella notte fra lunedì e martedì. Quando la neonata era arrivata al pronto soccorso dell’ospedale della Versilia, le sue condizioni erano già pessime. Tra l’altro, la bimba aveva di recente  già subito un piccolo intervento chirurgico. Quando hanno esaminato bene la sua situazione,  medici avevano stabilito il trasferimento all’Opa di Massa, ospedale pediatrico apuano. Qualcosa però è non è andata come doveva. Nel tragitto verso l’altro ospedale, infatti, l’ambulanza su cui si trovava la bimba ha avuto un guasto meccanico e, all’improvviso, ha preso a fuoco. A bordo dell’almbulanza vi erano anche due medici, un pediatra e l’altro addetto alla rianimazione. A causa del guasto è stata costretta a fermarsi. Nel frattempo, era scattata la richiesta alla centrale operativa del 118 di un’altra vettura opportunamente attrezzata, inviata dalla Croce Bianca di Querceta.
Giunta sul posto l’altra ambulanza, la neonata è stata trasferita sull’altro mezzo. Successivamente,  una volta arrivata a Massa, però, la bimba di 8 anni, che era stata ricoverata nel reparto rianimazione, non ce l’ha fatta. Vano qualsiasi tentativo di salvarla. Il guasto all’ambulanza ha senza dubbio contribuito a peggiorare le sue condizioni. Il suo cuore ha cessato di battere.  Nel frattempo, la procura ha aperto un’inchiesta per cercare di chiarire meglio la vicenda e capire se vi sono presenti  delle responsabilità.

One response to “Massa: ambulanza prende fuoco, morta neonata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.