Francia choc: bimba viveva nel bagagliaio dell’auto della mamma

Scoperta choc in Francia. Una bambina di circa un anno è stata ritrovata nel bagagliaio della macchina di sua madre, denutrita e disidratata. La vicenda è accaduta a Terrasson, in provincia di Dordogne, nella Francia sudorientale.
Pare che la bimba, secondo quanto avrebbe riferito il procuratore locale Jean-Pierre Laffite, soffrisse di disturbi motori e psichici. Disturbi probabilmente dovuti alla sua lunga permanenza dentro il bagagliaio della macchina. La bimba, infatti, viveva lì dentro sin dalla sua nascita. La madre della piccola è una donna di 45 anni mentre il padre, un 40enne. I genitori della bimba, entrambi di origine portoghese sono disoccupati. Madre e padre della piccola sono stati arrestati e sono accusati di abuso e maltrattamento nei confronti di un minore.   A ritrovare la bimba dentro il bagagliaio è stato il meccanico Guillaume Iguacel. L’uomo stava controllando la macchina della donna, quando all’improvviso avrebbe udito dei gemiti provenire dalla macchina. Spinto dalla curiosità e preoccupato, ha aperto il bagagliaio, trovandovi dentro la bimba in pessime condizioni. La piccola, infatti, era nuda, stesa sui propri escrementi, e aveva anche la febbre. Il meccanico Iguacel, ha raccontato che: «Siamo rimasti doppiamente sconvolti perché secondo la donna non c’era niente di male nel tenere la piccola dentro il bagagliaio e in quello stato». La donna avrebbe poi riferito alla polizia che aveva partorito la piccola in segreto e che l’avrebbe tenuta volutamente nascosta a tutti, compreso il marito. I genitori della bimba hanno anche altri tre bambini dai 4 ai 10 anni, sottratti loro, in seguito alla atroce vicenda, dai servizi sociali. Secondo i medici, che si sono presi cura della bimba ritrovata nel bagagliaio pare che la piccola potrebbe avere dai 15 ai 23 mesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.