Papa Francesco confessa di aver avuto dubbi sulla fede

Papa Francesco ha dichiarato che capita a tutti di essere prede di smarrimenti o nutrire dei dubbi sulla fede. E’ successo anche a lui, ha confessato il Papa, oggi in piazza San Pietro, all’udienza generale durante la quale ha parlato “di una realtà molto bella della nostra fede, cioè della “comunione dei santi”.Papa Francesco, in particolare, ha riportato che “il Catechismo della Chiesa Cattolica ci ricorda che con questa espressione si intendono due realtà: la comunione alle cose sante e la comunione tra le persone sante”. Il Papa si è soffermato sul secondo significato, ovvero si tratta di una verità tra le più consolanti della nostra fede. Questa, infatti, ci ricorda che non siamo mai soli poiché esiste una comunione di vita tra tutti coloro che appartengono a Cristo: una comunione che nasce dalla fede. Papa Francesco spiega che con la parola  “santi” si riferisce a coloro che credono nel Signore Gesù e sono incorporati a Lui nella Chiesa mediante il Battesimo. I primi cristiani erano chiamati anche “i santi”, proprio per questo motivo. Il Papa ha poi risalto il fatto che occorre essere uniti con Dio, il nostro Padre. La nostra fede ha bisogno del sostegno e della vicinanza degli altri, soprattutto nei momenti più difficili. “Se noi siamo uniti, la fede viene forte. Quanto è bello sostenerci gli uni gli altri nell’avventura meravigliosa della fede!”, ha detto Francesco I.
Tutti, infatti, hanno provato almeno una volta nella vita insicurezze, smarrimenti, dubbi durante il proprio cammino della fede. Persino il papa, come lui stesso ha svelato questa mattina nel suo discorso. Dal momento che siamo esseri umani, tutti siamo fragili e abbiamo dei limiti. E’ proprio in questi momenti, conclude il Papa, che bisogna confidare nell’aiuto di Dio attraverso la preghiera e con umiltà bisogna aprirsi agli altri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.