Concordia, testimone incastra Schettino: saltò su scialuppa

Il processo sul naufragio della Costa Concordia riprende i suoi lavori a Grosseto e arrivano altre testimonianze su ciò che fece il comandante Francesco Schettino. Resosi conto di quanto stava accadendo, Schettino saltò sul tetto di una scialuppa dal ponte 4 e pochi minuti dopo la nave si ribaltò. A dirlo al pm Stefano Pizza è un testimone, Stefano Iannelli, allievo ufficiale di coperta della nave. Il testimone riporta inoltre le significative parole di Schettino nel tragitto verso la riva, mentre si lasciava alle spalle la nave che stava affondando: “Cosa ho fatto? Ho finito di navigare“.

Nel percorso per raggiungere la riva furono recuperati anche dei passeggeri che si trovavano in acqua. Questo è ciò che è stato raccontato da Iannelli su quella terribile notte del 13 gennaio del 2012, quando a causa di un errore umano, provocato proprio dal comandante Schettino, la Costa Concordia si ribaltò e morirono delle persone. A seguito dell’urlo dell’ufficiale Salvatore Ursino, vi furono momenti concitati. L’abbandono della nave da parte di Schettino avvenne proprio insieme a Iannelli, e con loro c’erano Garrone, un’infermiera, un elettricista e Salvatore Ursino. Si recarono nei pressi di una scialuppa. Tutti saltarono sulla scialuppa e si allontanarono. Poco dopo avvenne la tragedia: la nave si ribaltò e il ponte sul quale si trovavano poco prima finì sott’acqua. Fu proprio la decisione di Schettino di abbandonare la nave nonostante il suo ruolo a generare le ire del comandante della Capitaneria di Livorno, Gregorio De Falco.

Queste le nuove testimonianze che incastrano Schettino. Il comandante della Costa Concordia abbandonò la nave e si rese conto di aver fatto un danno. Lo disse in quei concitati momenti di paura per tutti. “Ho finito di navigare“, e questo dimostra quanto fosse consapevole di aver provocato un disastro. Ora il processo andrà avanti e probabilmente emergeranno nuovi dettagli sulla vicenda.

One response to “Concordia, testimone incastra Schettino: saltò su scialuppa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.