Milano, bimbo di tre mesi muore in campo rom: madre indagata per omicidio

A Milano un bimbo di tre mesi è morto in un campo rom, e mentre in un primo momento si pensava che il decesso fosse dovuto al freddo, ora la madre è indagata per omicidio. Il piccolo è deceduto presso l’accampamento rom abusivo che si trova in via Martirano. Qui il bimbo viveva con i suoi genitori. E’ stato soccorso dal 118 e trasportato questa mattina all’ospedale San Carlo di Milano, dove è morto poco dopo.

Tutto nei primi momenti ha fatto pensare ad una morte dovuta all’intenso freddo della scorsa notte a Milano. Ora però nuovi scenari potrebbero emergere sulla morte del bimbo di tre mesi in un campo rom a Milano. Gli investigatori stanno ascoltando la madre, e si cerca di capire se il piccolo soffrisse di qualche patologia o meno. Sul suo corpo vi sarebbero dei segni sospetti, e per questo motivo la madre è indagata per omicidio.

La donna era arrivata da poco tempo presso il campo rom abusivo di Milano in via Martirano. Qui viveva con il bimbo di tre mesi e altri due figli. Essendo nuova, non era nota ai servizi sociali. Si era trasferita in quel luogo al fine di stare più vicina a suo marito, che attualmente risulta detenuto all’interno del carcere di Pavia.

Attualmente non si esclude che il bimbo di tre mesi possa essere morto di freddo, ma la vicenda è avvolta nel mistero. Per questo il pm Adriana Blasco ha disposto l’autopsia sul suo corpicino. Sarà questo esame a dire la verità sulle sorti del piccolo.

Insomma, è giallo sulle cause della morte del bimbo di tre mesi a Milano, in un campo rom. E’ stato ucciso dalla madre? O è stato l’intenso freddo ad essergli fatale? Si attendono ulteriori aggiornamenti sulla vicenda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.