Brindisi, muore carbonizzato in casa per un incendio

Una tragedia è avvenuta ad Ostuni, nella provincia di Brindisi, dove Vito Semeraro, 51 anni, è morto carbonizzato in casa per un incendio. Il rogo si è sviluppato ieri sera in una casa di piccole dimensioni in cui la vittima viveva da sola nel centro storico, davanti alla Cattedrale di Ostuni. Poco prima delle ore 22 è stato lanciato l’allarme da alcuni vicini, che hanno visto uscire del fumo dalla casa.

I Vigili del fuoco sono quindi sopraggiunti sul posto e hanno sfondato la porta del monolocale, pieno di fumo. Stavano andando a fuoco dei vestiti che si trovavano in un angolo, e anche i mobili di Vito Semeraro. A quanto pare il 51enne si trovava sul letto, ed era già morto carbonizzato all’arrivo dei Vigili del fuoco. Sarebbe deceduto per soffocamento. Secondo quanto emerge dai primi rilievi, il rogo nell’abitazione di Ostuni, in provincia di Brindisi, si sarebbe sviluppato in maniera graduale. Ad innescare l’incendio potrebbe essere stata una stufa a gas utilizzata da Semeraro per riscaldarsi nelle giornate invernali, ma l’ipotesi è tutta da verificare. I Vigili del fuoco hanno escluso che possa essersi verificata una fuga di gas, in quanto la bombola era stata chiusa dall’uomo. Varie sono le ipotesi al riguardo, e si lavora per capire le cause dell’incendio nel quale l’uomo è morto carbonizzato.

Si attendono ulteriori aggiornamenti su questo terribile incendio nel quale il 51enne Vito Semeraro ha perso la vita, morendo carbonizzato. Qual è la causa delle fiamme nel piccolo appartamento? Si troverà una risposta a questi interrogativi nelle prossime ore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.