Chiara, picchiata dal fidanzato: si muove ascoltando l’inno della Lazio

Chiara Insidioso Monda è una ragazza di 19 anni che qualche giorno fa è stata ricoverata d’urgenza in ospedale in seguito alle aggressioni da parte del fidanzato, che l’ha massacrata di botte. A distanza di 17 giorni, però, la ragazza ha ricominciato a muoversi ascoltando l’inno della Lazio.

La vicenda risale a 17 giorni fa: è stato allora che il compagno di Chiara Insidioso Monda l’ha picchiata brutalmente, senza fermarsi nemmeno nel momento in cui la ragazza versava a terra inerme. E’ stata ricoverata al reparto rianimazione all’ospedale San Camillo Di Roma in condizioni davvero disperate e i medici avevano detto ai suoi familiari che le speranze che potesse sopravvivere a tale violenza erano davvero misere.

Maurizio, il papà di Chiara, ha parlato nelle ultime ore alla stampa e ha spiegato come la sua bambina abbia iniziato a fare i primi movimenti: la ragazza ha iniziato a muovere le palpebre e le braccia. L’uomo ha spiegato che si tratta di un vero e proprio miracolo.

Il padre della giovane ha raccontato di aver cantato alla figlia l’inno della Lazio “So’ gia du’ ore”, quello che a lei piaceva tanto. A quel punto tutti i macchinari collegati a chiara hanno iniziato a suonare. I medici hanno spiegato che i suoi battiti del cuore avevano iniziato ad aumentare e la pressione si era alzata. Quando l’uomo le ha stretto la mano, poi, il cuore ha iniziato a battere ancora più velocemente.

I dottori hanno voluto spiegare che, dal momento in cui Chiara è entrata in ospedale, non è cambiato davvero nulla e che, nel caso in cui dovesse sopravvivere, sarà obbligata a vivere una vita in stato vegetativo. I medici, tuttavia, hanno assicurato che nei prossimi giorni provvederanno a fare delle Tac per capire se ci siano eventuali sviluppi della situazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.