Bergamo, uccide prostituta e nasconde cadavere: poi si schianta

Un terribile delitto è avvenuto nella notte nella provincia di Bergamo, dove un uomo di 37 anni ha massacrato e ucciso una prostituta per poi nascondere il corpo nei pressi di un casolare abbandonato. L'assassino poi si è schiantato con la sua auto

Una storia davvero terribile arriva da Cene, in provincia di Bergamo, dove un uomo ha ucciso una prostituta e ha nascosto il cadavere. Poco dopo si è schiantato in auto. I fatti sono accaduti la scorsa notte. La vittima è una prostituta giovane di origini albanesi, il cui nome non è noto. L’omicida, un camionista di 37 anni, l’ha uccisa massacrandola di botte, con calci e pugni, per poi nascondere il cadavere in un container all’esterno di un casolare abbandonato che si trova a Cene (Bergamo).

Dopo aver occultato il cadavere della prostituta, l’uomo è fuggito con la sua auto, e si è schiantato. Si tratta di una persona già conosciuta alle forze dell’ordine. Ieri sera è stato portato in carcere, e su di lui pende la terribile accusa di omicidio volontario.

Secondo una prima ricostruzione, l’uomo avrebbe caricato la prostituta in auto, per poi ucciderla sul monte Bue. L’omicidio sarebbe avvenuto in una zona isolata. Dopo aver massacrato a calci e pugni la giovane donna, il camionista ha nascosto il cadavere in un container nei pressi di un casolare abbandonato. Il corpo è stato ritrovato poco dopo, e tutti i sospetti ricadono proprio sul camionista 37enne, che nei momenti successivi si è schiantato in auto. Ha riportato alcune ferite nell’incidente, ma nulla di grave.

Quest’uomo aveva aggredito un’altra prostituta qualche tempo fa, e per questo le forze dell’ordine hanno immediatamente sospettato di lui. Un delitto terribile avvenuto nella provincia di Bergamo, dove un 37enne ha ucciso in modo orribile una prostituta per poi nasconderne il cadavere. Non ci resta che attendere ulteriori aggiornamenti su questa terribile storia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.