Salerno choc: spara alla ex e alla cognata davanti ai bambini, poi si suicida

Una tragica storia di violenza sulle donne arriva da Salerno, dove un uomo ha sparato alla ex e alla cognata mentre i bambini erano in casa. Subito dopo, si è suicidato

Una storia assurda di violenza arriva da Salerno, dove un uomo ha sparato alla ex e alla cognata davanti ai bambini, per poi suicidarsi. Lui è un volontario della Croce Verde 58enne, Antonio Memoli, conosciuto nel posto come “O’ Sarracino”. Voleva uccidere la ex, G.P., 47 anni, che si trovava in casa con la cognata, una 57enne.

Non aveva accettato la fine della relazione con la sua ex, e così era arrivato in via Palinuro a Mercatello per ucciderla. Ha quindi aperto il fuoco, ferendo gravemente la 47enne con un colpo alla testa, ma anche la cognata. Dopo, si è suicidato sparandosi in bocca. I bambini erano in casa, e fortunatamente la cognata li aveva chiusi in bagno insieme alla figlia 20enne: si tratta di tre minori di 15 mesi, 4 anni e 9 anni.

Alla base della vicenda c’era una relazione tormentata tra Memoli e la sua ex convivente. Lui la picchiava, e così lei se ne era andata di casa. Lui non si era rassegnato, e la perseguitava perché voleva tornassero insieme. La famiglia della donna le faceva spesso compagnia, per difenderla da quest’uomo troppo ossessivo. A quanto pare la vita della ex convivente di Memoli era davvero a rischio, e la storia è culminata con colpi di arma da fuoco in casa della donna, dove erano presenti anche i bambini.

La ex e la cognata si trovano ricoverate presso l’ospedale Ruggi d’Aragona, e non si conoscono ulteriori dettagli sulle loro condizioni di salute. Seguono aggiornamenti su questa terribile vicenda che arriva da Salerno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.