Agguato a Roma: uomo gambizzato su via Tuscolana

Quella dei regolamenti di conti nella notte a Roma sembra essere diventata una moda: negli ultimi giorni sono stati due gli agguati pubblici tra pregiudicati. A poche ore di distanza dall’aggressione avvenuta a Val Melania fa seguito infatti il caso di un uomo gambizzato su via Tuscolana. E’ accaduto questa notte intorno alle 4.50, davanti ad un chiosco di panini che resta aperto anche di notte, all’altezza della fermata della metro della linea A Lucio Sestio.

ROMA AGGUATO IN UN BAR: UOMO GAMBIZZATO

La vittima è un uomo di 38 anni: qualcuno gli ha sparato contro diversi colpi di pistola per poi darsi alla fuga a bordo di una moto. E’ caccia all’uomo per quella che sembra essere un’esecuzione tra pregiudicati in piena regola. Il colpo più grave è stato quello che lo ha colpito alla gamba destra: il proiettile è entrato nel gluteo uscendo poi dall’inguine ma nella sua traiettoria ha danneggiato un’arteria. Secondo il racconto dei testimoni l’obiettivo, resosi conto di essere vittima di un agguato, ha cercato di rifugiarsi sulle scale della fermata metro. A soccorrerlo è stato un passante che lo ha trasportato all’ospedale Vannini dove è stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico. La polizia indaga sui due casi e non esclude che possano essere in qualche modo collegati. Le modalità infatti sono per alcuni dettagli simili: entrambi i bersagli sono stati colpiti al volto e gambizzati. Sospetta anche la vicinanza temporale tra i due agguati a Roma. Per il momento però questa resta solo una pista possibile. Ovviamente nella periferia romana due casi sono sufficienti a diffondere la paura: i cittadini chiedono maggiori controlli della polizia soprattutto nelle ore notturne. Anche se si tratta di regolamenti di conti qualche innocente potrebbe capitare nel posto sbagliato in un momento fatale

AGGUATO ALLA METRO: UN MORTO AD ANAGNINA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.